Descrizione a cura della band

Noi siamo i Cibo e ti distruggo con il Rock!
Band come Lama Tematica, Arturo e Bellicosi hanno regalato a questi cinque stalker torinesi tanti buoni
motivi per raccontare, a modo loro, la realtà frenetica di un folle e bizzarro viver quotidiano: una corsa
imbizzarrita nel “logorio della vita moderna” attraverso tutto ciò che è tanto umano quanto Incredibile.
Si parte dallo snobismo teenager di “Brittany” per precipitare nel lodo perverso di “Discopiede” dove
cantiamo insieme le più intime depravazioni dell'uomo, quelle che non “puoi dare a vedere perché la gente
reagirebbe male”, Vasco e Liga compresi. In “Asterio” entriamo nel labirinto “arzicomplicato”
dell'egocentrismo: “nessuno vuol giocare con me” e l'unica via d'uscita è skippare alla traccia successiva
dove la virilità si misura in “Violenza” e nonostante un buon maestro di karate la solfa è che bisogna
imparare a prendere mazzate. “Salutami il mare” è un viaggio coi capelli al vento, fatto di intimi ricordi, che
scivola dentro il (mare di) mammismo tipicamente italiano. Quindi tutti a tavola per un “Magnifico pranzo”
kafkiano, pronti a ingozzarci di intingoli senza pietà e senza lacrime di coccodrillo o di “T-Rex”: null'altro che
irruenti e primitive, ideali per soddisfare la propria incomprensione. Un prurito che nemmeno un
“Pantaloncino fresco” può curare. In “Incantesimo” impariamo a fare qualcosa alla quale non siamo
abituati: ascoltare. Con l'aiuto di un mago facciamo quindi parlare i cani. Ognuno ha la sua cuccia e in
“Guardaquantammerda” assistiamo al rimprovero di una madre che tenta di convincere il figlio rocker a
riordinare la propria, come fosse lo scopo di un'intera vita. Scenari stranianti, veritieri e spiazzanti, messi in
musica, urla e melodie per cercare di rispondere infine all'ultima grande domanda: “Che cos'è un uomo?”

Credits

Prodotto da Cibo e Davide Pavanello (AntiAnti/Linea77), il disco é stato registrato da Jacopo Luchis
presso il Cavoretto Hills di Cavoretto (To): una sfolgorante presa diretta durata tre giorni e mixata da
Maurizio Borgna al Noveau Triste di Berlino, poi masterizzata in Finlandia da Mika Jussila al Finnvox
Studio. Il suono ricercato è tutt'altro che perfetto: Incredibile é un album in cui l'umano vince sul digitale e
in cui la crudezza genuina del rock regna sovrana.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati