Biografia CLUSTERSUN

23/05/2021 - 17:48 Scritto da CLUSTERSUN CLUSTERSUN 3
I CLUSTERSUN sono considerati, in Italia e all’estero, come una delle band di punta della nuova scena shoegaze/psych/post-punk. Grazie ad un sound che miscela massicci muri di suono, riverberi, psichedelia lisergica e dilatazioni space rock, l’influenza di My Bloody Valentine, Ride, Slowdive, The Jesus And Mary Chain, The Brian Jonestowne Massacre, Spacemen 3, Spiritualized, The Black Angels, Dead Skeletons, Singapore Sling, The Telescopes, A Place To Bury Strangers, viene rielaborata per raggiungere una dimensione sonica di cosmica e avvolgente tridimensionalità, punteggiata da liriche in bilico tra rabbia, melancolia, visioni oniriche e fragilità emotiva.
Il trio catanese composto da Marco Chisari (voce e basso), Mario Lo Faro (chitarre) e Andrea Conti (batteria) si forma nel 2013 e con il primo singolo autoprodotto Be Vegetal guadagna subito l’attenzione di Dave Allison della indie label americana Custom Made Music, che inserisce il brano nella compilation CMM Summer Sampler.
Nel 2014 esce per l’etichetta italiana Seahorse Recordings il disco di esordio "Out Of Your Ego", con grande riscontro di pubblico e critica. L’album viene infatti supportato da un tour che nel 2015 fa tappa anche nella costa est degli Stati Uniti, e consacra la band internazionalmente.
Ulteriore significativo riconoscimento, in tal senso, è la partecipazione degli etnei alla compilation internazionale “REVOLUTION – The Shoegaze Revival”, uscita per Raphalite Records (UK/Canada) e Gerpfast Kolektif (Indonesia) con il supporto di Joe Foster (co-fondatore della Creation Records e produttore di My Bloody Valentine, Primal Scream, The Jesus And Mary Chain).
I CLUSTERSUN contribuiscono anche alla charity compilation “Rock Back For Nepal Vol. 1” e "Rock Back: Stronger Than The Storm" (promosse dalla label americana Patetico Recordings) e alle compilation tributo internazionali agli Echo & The Bunnymen e agli Slowdive, pubblicate dall'iconico sito/label brasiliano The Blog That Celebrates Itself.
A maggio 2017 esce il secondo album "Surfacing To Breathe" (ancora per Seahorse Recordings) che, sull’onda dei due singoli estratti, "Raw Nerve" e "Lonely Moon", si piazza tra le migliori release shoegaze dell’anno per la stampa di settore, confermando lo status e il valore della band catanese, che ha anche in questo caso ha supportato il nuovo lavoro con un tour ancora più massiccio del precedente
"Surfacing To Breathe" è stato prodotto dai CLUSTERSUN e da Alessio Pindinelli (La Casa Al Mare), mixato dallo stesso Alessio Pindinelli e da Fabio Galeone al Wax Recording Studio in Roma, benedetto dal mastering di Carl Saff e impreziosito dall’artwork di Ilaria Facci, talento della fotografia internazionale.
Dopo aver svelato i potentissimi singoli "Desert Daze" e "All Your Pain", i CLUSTERSUN annunciano l’uscita del terzo LP "Avalanche" per il 20 maggio 2021, via Icy Cold Records (FR) e Little Cloud Records (US), due labels che non hanno bisogno di presentazioni per chi segue lo space e lo psych rock.
L’album si avvale del mix e mastering del sound guru James Aparicio (già al lavoro con Spiritualized, Mogwai, Depeche Mode, Cult Of Dom Keller, Dead Vibrations, Throw Down Bones), e condensa nelle sue otto tracce la prova di maggior cattiveria, incisività e coesione del trio catanese.
"Avalanche" si avventura oltre lo shoegaze sognante, raggiungendo ad alta velocità strade secondarie acide e desertiche. Oscuro e lucente, inquietante e ricco di vitalità, onesto e ambizioso, è un album che trova la sua collocazione naturale in una playlist ideale che includa The Black Angels, The Lucid Dream, i primi The Telescopes, Dead Skeletons. L’artwork immortala un dipinto di Marco Baldassari, artista e membro fondatore della seminale psych band Sonic Jesus. "Avalanche" sarà disponibile in vinile splatter edizione limitata, CD e formati digitali.

---
L'articolo Biografia CLUSTERSUN di CLUSTERSUN è apparso su Rockit.it il 2021-05-23 17:48:21