Il corso delle cose - Domani testo lyric

TESTO

DOMANI
Donami soltanto l'illusione
che quello che facciamo non è male.
Ridiamo della nostra situazione,
perché niente potrà mai cambiare.

Usciamo solo quando muore il giorno
ed evitiamo di tornare a casa,
per parlare anche questa sera
di quanto siano idiote certe facce.

Dentro le ex baracche di un quartiere popolare,
le stesse che mia nonna si schifava di guardare,
quelle diventate delle ville da affittare,
vivono gli stupidi coi soldi da buttare.

Non saremo poveri per sempre,
non saremo poveri per sempre,
non saremo poveri per sempre,
non saremo poveri per sempre.

Saremo il vostro incubo peggiore,
tutto ciò che più vi fa paura.
Prenderemo quello che ci spetta
e avremo tutto quello che ci manca.

Non stiamo andando da nessuna parte,
perché non eravamo preparati,
non credevamo di essere arrivati
alla schiavitù legalizzata.

Chiedi ad un idraulico se ha voglia di cambiare
i tubi rotti del tuo cesso solo per passione.
È come se potessimo soltanto ricordare
quello che c'è stato e non ci fosse altro da fare.

Io non ho paura del domani,
io non ho paura del domani,
io non ho paura del domani,
io non ho paura del domani.

CREDITS

Composto (testo e musica), arrangiato e suonato da Ascanio Ciriaci Prodotto da Il corso delle cose e Lapidarie Incisioni

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Domani di Il corso delle cose:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Domani si trova nell'album Domani uscito nel 2011 per Lapidarie Incisioni.

Copertina dell'album Domani, di Il corso delle cose

---
L'articolo Il corso delle cose - Domani testo lyric di Il corso delle cose è apparso su Rockit.it il 2021-09-17 11:40:07

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia