Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

A due anni da “Singar”, che in Cimbro (antichissima lingua morta della Lessinia) vuol dire semplicemente “cantare”, i C+C=Maxigross tornano con il loro primo vero album, “Ruvain”, che invece significa “rumoreggiare”.

Le 14 canzoni che compongono “Ruvain” sono il risultato di una spremitura ottenuta nel corso di due anni di “neverending tour” (la band è stata impegnata in un lungo giro di concerti) affrontati con l’attitudine in costante evoluzione delle grandi live band degli anni ''60 e dei '70 come Grateful Dead e Neil Young & Crazy Horse. La base delle composizioni prende le mosse dalle armonie vocali e dalla coralità compositiva della band (tutti i membri della band cantano, compongono e suonano svariati strumenti), dalle lingue usate (Inglese, Italiano, Spagnolo e ovviamente Cimbro!) e trae linfa dallo spirito magico e misterioso delle loro poco conosciute montagne veronesi dove provano, compongono e registrano.

Alcuni brani dell’album sono stati prodotti, registrati e mixati da Marco Fasolo dei Jennifer Gentle usando un registratore analogico su 8 piste, mentre gli altri sono stati registrati e mixati interamente nella casa studio di montagna che la band usa abitualmente. La scelta di registrare la maggior parte delle tracce in presa diretta si è rivelata decisiva: stando tutti nella stessa stanza, aggiungendo poche essenziali sovraincisioni, utilizzando strumenti e microfonazione vintage, la band ha voluto cercare un suono caldo e profondo, quasi dimenticato.
“Ruvain” è quindi la documentazione cruda e sincera di jam session notturne a base di armonie vocali. Jam session spesso finite all’alba, quando il paese di Vaggimal si sveglia per iniziare una nuova giornata.

I brani di “Ruvain” sono canti che parlano di antiche cartoline, viaggi fisici e mentali, passeggiate in collina (perché non si vive di sola montagna), ruscelli che fanno rumore, amiche mucche e amici infermieri, giorni della settimana da dimenticare, telefonate mancate, nonni croati, marinai spagnoli, astronavi sante e panettieri notturni. E per concludere uno strumentale magico, registrato con un solo microfono, con cui i C+C=Maxigross ci chiedono di seguirli in questa avventura psichedelica sulle loro insolite cime innevate di folk e pop lisergico che guarda alla grande tradizione anglo-americana.

Credits

C+C=Maxigross – “Ruvain”
vagrec05 Cd/Digital 2013 14 tracce 51:43 min

Tracklist:
1. Pamukkale in E
2. Charleroi Poulet
3. Uno Tempo
4. Hills, Hills, Hills
5. A Freak Can
6. Lesha!Keyoo!See-Ya!
7. L'Attesa di Maicol
8. Ten Dark Wednesday
9. No One Calls Me (The Time of The Time of The Season)
10. Najhladnija Luka Pule
11. Josè
12. Holynaut
13. Testi's Baker/Jung Neil
14. Wait Me to Arrive

Out April 8th 2013

Band: cpiucmassagross@gmail.com www.facebook.com/cpiucugualmaxigross
Label (Italy): Vaggimal Records www.vaggimal.com
Distribution (Italy): Audioglobe www.audioglobe.it
Digital Distribution (international): The Orchard www.theorchard.com/music-distribution
Press: promo@vaggimal.com +39 3482657092
Booking: Trovarobato Damiano Miceli damiano@trovarobato.com +39 3929941285
Management: Gianluca Giusti gianluca.giusti@sferacubica.it
Band: cpiucmassagross@gmail.com www.facebook.com/cpiucugualmaxigross


"Ruvain" is written, played & produced by C+C=Maxigross.

Recorded and mixed by Francesco Ambrosini at Vaggimal Studios (Sant'Anna d'Alfaedo, Italy) between may and august 2012, except track 1, 3, 10 mixed, recorded & produced on tape by Marco Fasolo with the help of Jean Charles Carbone at Abnegat Studios (Vicenza, Italy) between november 2011 and january 2012. Mastered by Samuele Tezza & Francesco Ambrosini at Sample Studio (Pescantina, Italy).

Marco Fasolo played drums on track 3. Zeno Baldi played Farfisa Chorus on track 7. Regi barked at the beginning of track 3.

Artwork by Mattia Pasquali. Shots & poster by Ana Blagojevic.

C+C=Maxigross are: Francesco Ambrosini, Filippo Brugnoli, Carlotta Favretto, Tobia Poltronieri, Mattia Tramonti.

We really really would like to thanks:
our friends that have been supporting us from the beginning, our families, Marco Fasolo, Atelier Discreto, Casetta Lou Fai, Ana Blagojevic, Samuele Tezza, Mattia Pasquali, Alessandro Palermo, Zeno Baldi, Giuditta Ambrosini, Biagio Anselmi, Klein Blue & Ancher, Jennifer Gentle & Verdena, Damiano Miceli, Gianluca Giusti, Honeybird & The Birdies, Jean & Piera, Lessinia Film Festival, Arezzo Wave, Salumificio Benedetti, Pasticceria Vittorini, Panificio Testi, Pizzeria da Icio, Pizzeria da Mario, Comunità Montana della Lessinia and Vaggimal Village.

This record is absolutely Lessinia-made. Again and again.

Commenti (7)

Carica commenti più vecchi

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati