Daaz - Daaz - Aliens testo lyric

25/06/2017 - 20:00 Scritto da Daaz Daaz 0

TESTO

Aliens

Questa è la storia di un bambino, un ragazzo, un uomo.
Cresciuto mezzo pazzo, mezzo bastardo buono,
cresciuto senza soldi, tra i palazzi,
tra scazzi, smazzi, raschiando tanti fondi.
Assordato dal silenzio concettuale della gente,
insopportabile brusio di mini uomini da niente..
sa come ci si sente chi comprende il suo valore,
ma venuto al mondo ai margini attende l'occasione..
con accelerato il cuore, battiti in fibrillazione,
in costante rischio infarto, sopravvivenza del migliore..
non è costituzione, è questione d'intelletto..
è pisciare in faccia agli incubi senza farsela nel letto!
Rivoluzionare le meningi nel proprio mondo psichico,
antitesi alla lobotomia di quello fisico..
società uccide lo spirito, tv spegne il cervello,
e chi spinge libertà rischia crack da manganello..
ora vede tanti zombie conformi e uniformati,
ubbidienti servi di vermi incravattati,
schiavizzati da un sistema che li nutre solo a paura,
rifugiati in gabbie mentali prive di serratura..
e si sente fortunato a fare parte dei dannati,
vagando in questo inferno, finto paradiso matrix,
non si sente a casa sua, quindi filtra la realtà
attraverso il terzo occhio ricerca della verità..

la sua anima si danna perché non ci sta
e a testa alta grida..
io non sono come voi.. non mi sento come voi..
fuori dal vostro gregge con la legge del cowboy..
non faccio parte della parte sistemata del sistema,
io sono il sabotaggio all'ingranaggio che ci piega.. (2V)

Con occhi aperti per la via in 'sto universo resident evil,
solo mostri sulla terra.. zero angeli nei cieli..
essi vivono.. li vede come john nada..
in una giornata, falsa maschera quotidiana..
nel reclam per strada, messaggio subliminale,
uccide il sogno, crea il bisogno, male per la razza umana..
giornalieri attacchi all'inconscio delle masse,
ne escono svuotati, sgomentati a teste basse..
votati al consumismo di una realtà mediatica perfetta,
impulso irrefrenabile chi non spende si complessa..
dinamica del modello standard della pubblicità,
finta felicità di numeri per la società..
dove non conta ciò che sei, conta ciò che hai..
quindi conta ciò che hai e dopo chiediti: chi sei?
lui non ha nulla da contare ma sa che se un re esiste
è colui che resiste senza titolo nobiliare.
Crede nel libero pensiero per mantenersi vero
tra la moltitudine di replicanti lungo il sentiero..
la schiavitù è mentale.. non c'entra più la casta..
i padroni del mondo brindano col sangue di ogni uomo che si prostra..
tutti in ginocchio, umanità servitorame,
in silenzio a cuccia come il più sottomesso cane..
lui non ci sta! In piedi urla contro un pianeta sordo..
ma sa che tutto cambia e cambierà anche il mondo..

la sua anima si danna perché non ci sta
e a testa alta grida..
io non sono come voi.. non mi sento come voi..
fuori dal vostro gregge con la legge del cowboy..
non faccio parte della parte sistemata del sistema,
io sono il sabotaggio all'ingranaggio che ci piega.. (2V)

CREDITS

Prodotto da Bookjstudio Musica di Ernesto PK Testo di Damaris Azzoni

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Daaz - Aliens di Daaz:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Daaz - Aliens si trova nell'album Illusioni, Vita e Paradossi uscito nel 2016.

Copertina dell'album Illusioni, Vita e Paradossi, di Daaz

---
L'articolo Daaz - Daaz - Aliens testo lyric di Daaz è apparso su Rockit.it il 2017-06-25 20:00:31

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia