Tracklist

00:00
 
00:00
Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

"Rococò" è un quadro che Dadamatto dipinge durante gli ultimi due anni di vita vissuta in una casa sul mare, tra le colline.
L'evoluzione ciclica della storia dell'uomo lo porta a ripercorrere le tappe dell'esaurimento di un'era, del declino sempre più evidente della vecchia società a favore di una nuova classe sociale emergente, quella immaginaria della sua fantasia. 
Sotto il segno di una nervosa libertà, cerca riparo nell'ordine e nella varietà dove il complesso equilibrio della forma è capace di guidare l'occhio in una sorta di bizzarro inseguimento che conduce, nella notte, all'irregolare formicolare della vita. Vi troviamo allora un esecuzione sciolta, brillante, a pennellate rapide, spesso nervose e guizzanti: ora in un lavoro più lento e meditato, ora in una attenta ricerca di perfezione formale che culmina in ardite sperimentazioni cromatiche e nella spazialità infinita e surreale che trascende i limiti della realtà.
Una seducente e spettacolare orchestrazione visiva tra entusiasmo, eleganza e ironia con amabili opulenze classicistiche ed erotiche, di gusto cortigiano.
Questo è ciò che lascia Dadamatto, un contributo liberatorio tra naturalezza e gusto del gradevolmente selvaggio.
L'ultimo rantolo prima della catastrofe.
Dalla decadenza della sua nobiltà d'animo sorge la lentezza e l'eleganza del mattino progressivo.

Credits

Rococò' è stato prodotto dai Dadamatto e da Marco Caldera. 
Registrato da Marco Caldera al Red Carpet Studio di Brescia. Voci e overdub estremi registrati da Andrea Vescovi nella cantina di Michele Grossi a Senigallia (AN).
I Pianoforti sono stati registrati da Marco Caldera al Labotron di Mirco Mariani a Bologna.
Mixato da Marco Caldera presso il Red Carpet Studio di Brescia e masterizzato da Giovanni Versari presso La Maestà Mastering di Tredozio (FC).
In "America" testo e voce sulla prima strofa sono di Emidio Clementi.
L'artwork è stato realizzato da Letizia Cesarini (Maria Antonietta).
Foto di Giovanni Ghiandoni.

Dadamatto:
 
Marco Imparato
Andrea Vescovi
Michele Grossi

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • logorreami 27/10/2014 ore 16:36 @logorreami

    Soliti scialbi gruppi de la Tempesta.

  • alfio granatieri 29/10/2014 ore 03:27 @alfio

    Ma che sta succedendo perchè in sta nazione hanno credito progetti come questo ,i the giornalisti e le officine della camomilla ...dai cazzo anche qua abbiamo band più che meritevoli !

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati