Tracklist

00:00
 
00:00
Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Evviva la deriva, album d’esordio dei Dagomago, prodotto dall’etichetta indipendente Vina Records, è disponibile su iTunes e nei migliori digital stores.

Prendi un nome che suoni come una filastrocca aggiungi un pugno di indie, un pizzico di attitudine punk, sonorità elettriche ed elettroniche, miscela il tutto con l’irriverenza di tre personaggi singolari ed una manciata di testi che raccontano i sogni, la rabbia, il disagio e le aspirazioni di una generazione e otterrai qualcosa di molto vicino ai Dagomago.

Evviva la deriva è un disco che, nelle sue molteplici ispirazioni, rivela un’identità precisa. Un esordio che non lascia spazio a dubbi: la band ha scelto il pop per raccontarsi anche se, come spesso accade nell’indie, lo sporca con le chitarre elettriche, talvolta tagliate e riprodotte come pezzi di nastro incollati fra loro, con il fervore percussivo del rock e gli inserimenti elettronici di bassi sintetici e tastiere che pescano dalla new wave e dalla word music.

Undici tracce inedite attraverso le quali, con ironia e talvolta un po’ di amarezza, i Dagomago suonano l’elogio all’instabilità e all’indeterminatezza dell’esistenza e del nostro tempo. La ragione sta nel riconoscere il potenziale di un periodo storico particolarmente difficoltoso dove, non essendoci più nulla da perdere, si è più disposti a rischiare per quello in cui si crede, per le proprie passioni, per amore o anche solo per un’idea.


Evviva la deriva, anticipato dal singolo La fuga del cervello, è l’ultima produzione di Francesco Del Proposto e Davide Diomede meglio conosciuti come VinaBros, fondatori dell’etichetta Vina Records.

Credits

Scritto da Matteo Buranello, Andrea Pizzato e Luca Buranello
Eccetto le tracce 2, 5, 6 e 7 di Matteo Buranello, Andrea Pizzato, Luca Buranello e Corrado Segato.
Testi di Matteo Buranello

Prodotto da VinaBros e Dagomago
Registrato, mixato e masterizzato al MoscowMule Studio (Biella) di VinaBros.

I Dagomago sono:
Matteo Buranello – voce
Andrea Pizzato – tastiere, synth, piano e pianola
Luca Buranello – batteria, batteria elettronica e percussioni



Corrado Segato ha suonato la chitarra in “La vita acida” e in “Apprendista a tempo indeterminato”
Davide Diomede e gli Invers hanno cantato in “Cucinami se vuoi” e battuto le mani in “Non fa male”.
In “La vita acida” il campione audio è tratto dal film di Carlo Lizzani “La vita agra”.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati