Daniele Silvestri Cantautore Romano

Debutta ufficialmente nell'estate del 1994 con il primo disco omonimo, aggiudicandosi la Targa Tenco per il miglior album d'esordio.
L'anno dopo partecipa al Festival di Sanremo, nella sezione nuove proposte, con L'uomo col megafono, ricevendo il premio "Volare" della critica per il miglior testo letterario, Il singolo successivo dal titolo Le cose in comune si aggiudica la Targa Tenco come canzone dell'anno, entrambe le canzoni sono contenute nel suo secondo album Prima di essere un uomo.
Nell’ottobre del 1996 esce “Il Dado” suo terzo album, Nella sua band figura anche Max Gazzè al basso. A fine luglio vola a l'Avana, a Cuba, per partecipare al Festival della Gioventù Comunista. L'anno dopo esce il film Barbara di Angelo Orlando, in cui Silvestri ha un ruolo di comparsa nella parte di sé stesso oltre a firmare alcuni brani della colonna sonora. Nel 1999 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo con il brano Aria, incentrato sul tema della vita carceraria, e riceve il premio della Critica "Mia Martini" e quello per il miglior testo. Subito dopo pubblica il suo quarto album, Sig. Dapatas.
Nel 2002, torna al Festival di Sanremo con Salirò, si classifica quattordicesimo, ma ottiene un successo di pubblico strepitoso.
Nel 2003 pubblica un libro, L'Autostrada, che descrive l'ultimo tour e la sua attività musicale attraverso foto, testi inediti e pagine di diario. Nel 2004 esce il suo primo live Livre trânsito, con l'inedito Kunta Kinte, co-firmato da Frankie hi-nrg mc. Nel 2007 arriva quarto al Festival di Sanremo con il brano La paranza. Il 2 marzo segue l'uscita del suo ottavo album intitolato Il latitante. Insieme al singolo Mi persi, la canzone fa parte della colonna sonora del film Notturno bus, con Valerio Mastandrea e Giovanna Mezzogiorno. Vince il David di Donatello per la miglior canzone originale.
Il 1º febbraio 2008 viene pubblicato l'album Canzoni per loro, iniziativa di Emergency, partecipando, insieme ad altri big della canzone italiana tra i quali Jovanotti, Zucchero e Fiorella Mannoia, con la canzone Ad esempio in Sierra Leone. Il 9 maggio 2008 esce Monetine, la sua prima vera raccolta, un doppio album con DVD che racconta quindici anni di musica.
Il 29 marzo 2011 Daniele Silvestri pubblica per Sony Music S.C.O.T.C.H., il nuovo disco di inediti. Un disco fitto di collaborazioni tra cui quelle con Niccolò Fabi, Raiz, Diego Mancino, Stefano Bollani, Peppe Servillo, Pino Marino e lo scrittore e sceneggiatore Andrea Camilleri.
Il 13 dicembre 2012 viene dichiarata la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2013. Dopo il Festival pubblica l'EP Che nemmeno Mennea, contenente le canzoni presentate a Sanremo, più una versione live della canzone Che bella faccia in un concerto del 2009 a Parigi e una demo casalinga del 2001 dal titolo Se fossi un principe.
Il 24 marzo 2014 Silvestri annuncia, tramite il lancio di una nuova pagina su Facebook e un sito ufficiale, la collaborazione con i suoi colleghi e amici da sempre Niccolò Fabi e Max Gazzè nella realizzazione di un nuovo album preceduto dall'uscita di un singolo intitolato Life Is Sweet, pubblicato il 25 aprile 2014.[13] Oltre all'album, i tre cantautori saranno protagonisti anche di un tour, che prima li ha visti impegnati in giro per l'Europa e successivamente anche in Italia

Il 26 gennaio 2015 pubblica acrobati contiene 18 brani con partecipazioni di vari artisti, tra i quali Caparezza, Diodato e Diego Mancino.