Daunbailò è un progetto ideato da Mirco Mariani, (Vinicio Capossela, Enrico Rava), e Valerio Corzani, (Mau Mau). I due avevano già condiviso l’avventura dei Mazapegul, ed in questo nuovo progetto i due hanno aggregato un gruppo di musicisti che costituirà il ceppo stabile dei Daunbailò e che proviene tutto dall’Alta Valle del Savio. In questa nuova formazione hanno composto, arrangiato, prodotto tutti i pezzi ed è per questo che, anche se non parteciperanno alle esibizioni live, saranno parte integrante della gestione e delle scelte future del gruppo. Daunbailò fa riferimento ad una crew creativa con base in Romagna, a S.Piero in Bagno. E’ il risultato del lavoro di una factory, anzi di una “strafactory” come suggerisce l’insegna operativa che si sono scelti e, dal punto di vista musicale, questo progetto segna una serie di svolte rispetto al profilo stilistico battuto dai Mazapegul. C’è una consapevolezza timbrica più accentuata, ci sono più chitarre e meno fiati, ci sono voci quasi sempre “trattate”, c’è un approccio analogico all’elettronica. E c’è in genere una scrittura più semplice e chiara, sia dal punto di vista dei testi (abbandonati gli stralci in dialetto, tutti in italiano) che della musica; tanto che questa volta si può anche parlare di accenti pop. Magari, visto che i riferimenti ispirativi rispondono a dischi di gente come Arto Lindsay, Latin Playboys, Mirways, sarebbe meglio parlare di 'pop mutante', ma magari anche no.