album Universo 25 Deka'dɛntsa

Deka'dɛntsa Universo 25

compra

2021 - Metal, Alternativo, Post-Rock

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

"Universo 25”, l'album d'esordio dei salernitani Deka'dɛntsa, nasce nei mesi più duri della pandemia e inevitabilmente riflette gli umori di quel periodo.

Il titolo è preso in prestito dal famoso (e folle) esperimento dell’etologo John Calhoun, il suo "Universo 25": cosa succede in una popolazione di mammiferi messa nelle condizioni di proliferare, al sicuro dalle malattie e con le risorse alimentari e ambientali ottimali? Un’utopia a misura di topo, la cui società nel giro di un anno raggiunse il suo massimo splendore, per poi collassare in un’escalation di caos, violenza e pansessualità. L'Universo 25 dei Deka'dɛntsa è metafora di una società lacerata e in preda al caos.

Sette tracce dominate da atmosfere cupe e grevi, con sonorità venate da echi post-rock e sludge, e un cantato che si ritaglia un suo spazio melodico.

“Universo 25” è stato registrato da Marco Bruno, mixato da Edoardo Di Vietri (In a Glass House) e masterizzato da Riccardo Pasini (Ephel Duath, The Secret, Nero di Marte). L’album vede la partecipazione di ospiti quali: Mohammed Ashraf (Pie are Squared, Postvorta, Void of Sleep) che ha scritto e suonato l’intro “Latenza 00”; Andrea Fioravanti (Postvorta, Edna Frau) alla chitarra in “Hikikomori”, Edoardo DI Vietri (In a Glass House) alla chitarra in “Disordine e indisciplina” e “Hikikomori”. L'artwork è stato curato da Alessandro Canu, già all'opera con Caronte e Calendula.

“Universo 25” esce il 25 maggio 2021 per Zero Produzioni e 22 Dicembre Records.

Credits

Registrato da Marco Bruno. Mixato da Edoardo Di Vietri all'Hexagonlab Recording Studio, Vallo della Lucania (SA). Masterizzato da Riccardo Pasini allo Studio 73, Ravenna

Emilio Prinzo: voce, synth; Toni Musto - chitarra; Lhello Marra - basso, synth; Dario Bruno - batteria

Mohammed Ashraf (Pie are Squared, Postvorta, Void of Sleep): synth in “Latenza 00”; Andrea Fioravanti (Postvorta, Edna Frau): chitarra su “Hikikomori”; Edoardo DI Vietri (In a Glass House): chitarra su “Disordine e indisciplina”, “Hikikomori”

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Pannello

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani