Esce il 20 aprile, per il Record Store Day lo split tra i toscani Chambers e gli emiliani The Death Of Anna Karina.

Un pezzo di vinile che porta con sè tanti anni di sudore, di rumore e di chilometri consumati.
Un disco nato come idea poco meno di un anno fa, e messo su in poco tempo grazie a quella convinzione che si trova soltanto quando di mezzo ci sono amicizia, condivisioni di
intenti, stessa attitudine e visione di come certi meccanismi debbano girare e di come ancora possano funzionare.
Le storie delle due band si sono spesso intrecciate: i TDOAK, attivi ormai da parecchi anni, hanno adesso un nuovo cantante, Andrea, che canta proprio qua i suoi primi pezzi, in
italiano. Quattro brani dal tono scuro, violento, che spingono i ricordi verso le origini del gruppo che, dopo un paio di album molto diversi tra loro, tornano di gran carriera sulla collaudatissima formula del disco condiviso.
I Chambers, di formazione ben più recente, ma attivi in altre band anch’essi da un bel pò di tempo, propongono tre brani nuovissimi dopo l’LP dello scorso anno ed il disco d’esordio di un paio di anni fa; qua ci si spinge ancora un passo oltre a “La Mano Sinistra”, si lascia spazio a melodie sempre più avvolgenti e si lascia spazio al talentuosissimo Johnny Mox all’interno del terzo ed ultimo brano che chiude il lato di competenza.