Inediti rock

La band si forma a nell’estate del 2005 nel cuore del centro storico di Genova e dal 2011 è composta da Ester Lautumio (batteria), Angelo Capozza (voce, chitarra ritmica), Francesco Caprile (chitarra solista), Isabella Rizzitano (basso).

Dopo un primo periodo caratterizzato da sonorità e composizioni prevelantemente Indie, il sound della band si orienta verso il Rock caratterizzato da ritmiche sostenute e taglienti e frequenti assoli di chitarra, veri tratti caratteristici del gruppo genovese.
Non mancano, nei brani di DFF, richiami ad altri stili come il Punk (AfterDinner, Mordendo il Tavolo ), il rock’n roll anni ‘70 (L’Estremo Contatto) ed alcuni accenni al progressive rock (Fiori morti e droghe, Mordendo il Tavolo).
I testi (in italiano) sono curati con attenzione e rappresentano anch’essi un tratto distintivo della band; in alcuni brani sono più criptici e rappresentano emozioni e sensazioni tramite immagini al limite del surreale (Lasciami qui :“..ho visto uccelli alzarsi in volo al mio sbattere di palpebre” , Brucio : “ volo in un volo radente su un aereo di carta”), mentre in altri risultano più diretti ( Nevrosi :” Porta il tuo sguardo lontano dal mio\ posto per te qui non ce n’è! “.. Spirito&Rock :“Se resto qui sognerò fissando la ballerina” ) e in alcuni casi “decadenti” (Fragile :“ Canta il corvo l’inquietudine con la voce quasi al limite\Queste mani sono fragili! “ Fiori morti e droghe “ Pericolo costante di un tracollo fisico\ i tuoi graffi sul muro sono ancora li”).
Gli spettacoli dei "Dinner"(come li chiamano comunemente i fan) sono curati in ogni dettaglio e sono concentrati sull'intrattenimento e il coinvolgimento del pubblico, che viene letteralmente "tirato nelle canzoni".

Nell 'estate2011 tengono due live( uno al tramonto e uno di notte) sulle alture di Nervi su di un palco preparato su di una cisterna per la raccolta dell'acqua con, alle spalle, il suggestivo paesaggio genovese.

Il 5 novembre 2012 esce "Lasciami Qui...", il primo disco dei DFF,grazie al quale avvengono alcuni passaggio in piccole radio private.
Nel 2013 ottengono un buon riscontro di pubblico e critica durante la partecipazione alla seconda edizione dello Zombie Rock Festival, durante il quale si esibiscono per tre volte, arrivando alla semifinale.
Sempre nel 2013, avvengono i primi contatti con alcune piccole etichette discografiche indipendenti.