di noi stessi e altri mondi - Neruda testo lyric

TESTO

Abbiamo perso anche questo tramonto.
Nessuno ci ha visto stasera mano nella mano
mentre la notte azzurra cadeva sul mondo.
Ho visto dalla mia finestra
la festa del ponente sui monti lontani.
A volte, come una moneta
mi si accendeva un pezzo di sole tra le mani.
Io ti ricordavo con l'anima oppressa
da quella tristezza che tu mi conosci.
Dove eri allora?
Tra quali genti?
Enunciando quali parole?
Perché d’un colpo mi arriva tutto l'amore
quando mi sento triste e tu sei lontana?
Ho letto queste parole, di Pablo Neruda
Versi che non avrei saputo scrivere da me.
Il mio amore per te non ne trova migliori che queste
In questi giorni che siamo lontani.
Amore mio, è solo un oceano sono solo dei mesi
Al mio ritorno danzeremo felici
Tra le luci soffuse e le mie storie,
ho un mondo intero da raccontarti.
Dove eri allora?
Tra quali genti?
Enunciando quali parole?
Perché d’un colpo mi arriva tutto l'amore
quando mi sento triste e tu sei lontana?
Dov’eri amore, dov’eri?
Amore, dov’eri?
Amore…Amore?

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Neruda di di noi stessi e altri mondi:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Neruda si trova nell'album Equorea uscito nel 2017 per I Dischi del Minollo, Audioglobe, La stalla domestica - produzioni e concerti, Believe Digital.

Copertina dell'album Equorea, di di noi stessi e altri mondi
Copertina dell'album Equorea, di di noi stessi e altri mondi

---
L'articolo di noi stessi e altri mondi - Neruda testo lyric di di noi stessi e altri mondi è apparso su Rockit.it il 2021-04-26 14:15:19

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO