Leggi la recensione

Descrizione

Al culmine di un cammino attraverso le diverse sfumature del rock, gli Elton Junk si preparano all uscita del nuovo disco.

“Loophole” è la lettera di un amico lontano, quasi dimenticato.

Una lettera che ci arriva da un tempo e un luogo indefinito, forse da un'altra dimensione.

Perché tutto in questo disco ci suona familiare, eppure inafferrabile. La dimensione è quella del sogno, quella a cui il terzetto toscano ci aveva abituato negli scorsi lavori. Tuttavia, quello che è accaduto nella composizione di queste 11 tracce e successivamente negli studi Forears si discosta notevolmente dal suono degli Elton che conoscevamo.

Si respira aria nuova, si corre in spazi immensi con la pace nel cuore. Il salto impossibile, il disprezzo della consuetudine, il viaggio attraverso la follia che Elton Junk ha finora compiuto, si accompagnano, in questo disco, alla contemplazione della nuda realtà. Il miracolo della vita è ispiratore di ogni nota del disco. La magia delle cose ci viene res…

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati