Tracklist

Leggi la recensione

Descrizione

Le aggraziate miniature di "Ho lasciato tutto acceso" ne avevano rivelato la fantasia strumentale e un songwriting arguto e (auto)ironico. A tre anni di distanza da quel lodato debutto, Enrico Farnedi e il suo ukulele tornano a sorprendere e divertire con "Respira Bene!", 7 pollici edito da Brutture Moderne e preludio a una nuova prova sulla lunga distanza, attesa nel 2014.

“Musicista ad ampio spettro d’azione” - come lui stesso ama definirsi per sottolineare un percorso artistico trasversale, dalle collaborazioni come trombettista con Capossela, Cochi & Renato, Francoise Hardy, Sacri Cuori e Quintorigo alla leadership (quasi ventennale) della swing band The Good Fellas fino alla svolta cantautorale maturata con la “conversione” all’ukulele - Enrico Farnedi conferma in queste quattro tracce il suo talento di arrangiatore e una poetica assai singolare. Che muove dal quotidiano e da uno sguardo sul mondo e sulle cose un pò naif e laterale, capace di stupirsi per l’infinitamente piccolo e di donargli valore metaforico e portata universale. Ne sono un esempio il pop folkeggiante di“Neve”, ispirata dall’aura di stallo temporale che aleggiava sulla Romagna imbiancata dell’inverno 2012, e la dolce malinconia di "Vendemmia", storia di un contadino costretto alla guerra e di sua nonna che teneramente gli ricorda quanto la vendemmia sia più importante. Composta per una compilation dedicata ai 150 anni dell’Unità d’Italia e alla Resistenza (“Addosso!”, Ribéss / Anpi Santarcangelo 2011), la canzone ha vinto il primo premio al concorso della regione Emilia-Romagna “La Musica Libera. Libera la Musica” e il “Premio Cà di Malanca” per il miglior testo dedicato alla Resistenza.

Si muovono in agile equilibrio tra leggerezza e profondità anche gli altri due pezzi dell’ep: “La Casa (Molto Mariachi)”, cover di una nenia per bambini di Vinicius De Moraes resa celeberrima in Italia dall’interpretazione di Sergio Endrigo e qui sottoposta a un gustoso restyling bandistico, e l'elettrizzante remix di"Corso Sozzi", uno dei cavalli di battaglia del repertorio di Farnedi; già presente in “Ho lasciato tutto acceso” (e giunto tra le 8 canzoni vincitrici di “Musicultura 2012”), è un brano gioiosamente pop sull'importanza della curiosità, con un ritornello killer che ti si appiccica addosso e non ti lascia più.

“Respira Bene!” sarà presentato in una serie di date estive (elencate sotto) che vedranno Farnedi esibirsi in solo (armato di ukulele, lucine assortite e ferro da stiro) e in trio (con Mauro Gazzoni e Marco Bovi). L'anteprima ufficiale è domenica 21 luglio presso la suggestiva Arena delle Balle di Paglia a Cotignola (Ra), in una serata dedicata alle uscite imminenti della Brutture Moderne (oltre a Farnedi, il terzo disco solista di Francesco Giampaoli e l'esordio di Eloisa Atti). Un'occasione a dir poco ghiotta per approfondire l'estetica e la linea editoriale di questa attivissima etichetta romagnola, tanto attenta alla cura dei talenti locali quanto interessata ai terreni (minati) delle contaminazioni e degli sconfinamenti.

Credits

Enrico Farnedi - voce, mille ukuleli, basso, percussioni, tastiere, tromba
Mauro Gazzoni - batteria su "Neve"
Marco Bovi - chitarra acustica su "Neve", cori su "La Casa (Molto Mariachi)"
Riccardo Lolli - cori su "Neve" e "La Casa (Molto Mariachi)"

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati