Descrizione

Musiva Humana registrato ed edito in edizione speciale numerata di 100 copie nel 2000 viene ristampato da LIZARD RECORDS nel 2016. Il titolo si rifà alla tripartizione della musica fatta da Boezio. E' un viaggio fra spazi e suggestioni sonore diverse. Satabrumba riprende il tempo della rumba e la rende straniante con testi "satanici". Club Andergraund, dal nome di un noto locale iugoslavo ai tempi della guerra, vede suonare la fisarmonica un giovane profugo bosniaco incontrato nella metro di MIlano. In Algeria mon amour basato su un riff arabo ci sono inserti di trasmissioni radio clandestine algerine. Tepatzi è basato su un canto di guerra Maori. Ulan Bator è stato registrato collaborando con un coro di canto armonico (Davide Ferrari, Alberto Guccione, Lorenzo Pierobon, Simona Barbera,ecc) in una improvvisazione notturna in un rifugio montano.
Nel disco è presente una ghost track con il celebre testo "credo" di J.G. Ballard

Credits

Musica e testi originali di Pierangelo Pandiscia e Gino Ape. Registrazioni e mix a cura di Tiziano Ornaghi.
Master di Claudio Gabbiani.
Pierangelo Pandiscia: chitarre, percussioni, cetra, elettronica, voce
Gino Ape: pianoforte, oboe, elettronica, voce
Giampaolo Verga: violino
Adriana Pulejo: voce
Ospiti: Filippo Monico alla batteria

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO