Enzo Jannacci - Ascolta e Testo Lyrics Libe Là

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

Dai, vieni di là,
vieni di là perchè la vita è bella,
dai, vieni di là,
vedrai sul muro rimbalzar la palla,
dai, vieni di là, se c'hai vergogna porta tua sorella,
se c'ha l'eczema lo vedrai si spella,
ma sotto l'ascella,
nel reggiseno urla una mammella,
per cui venite tutte e due di là!

Oi libe libe libe libe libelà, libe libe libe libe libelà, libe libe libe libe libe libelà, libe libelà, libe libelà, libe libelà, e libe libe libe libelà, e libe libe libe libe libelà,
se hai vergogna porta tua sorella, è brutta ma è snella,
nella penombra sembrerà una stella, per cui venite tutte e due di là!

Dai! Vieni di là,
vieni di là che c'è un bel comodino,
dai, vieni di là,
sul comodino c'è anche un bel grappino,
dai, vieni di là,
se c'hai vergogna porta tuo cugino,
se c'ha il morbillo metti il suppostino, ma sotto il cuscino,
se c'ha la febbre col termometrino,
scade il noleggio anche del pied'a terre!

Oi libe libe libe libe libelà, libe libe libe libe libelà, libe libe libe libe libe libelà, libe libelà, libe libelà, libe libelà, e libe libe libe libelà, e libe libe libe libe libelà,
se hai vergogna porta tua sorella, è brutta ma è snella,
nella vergogna sembrerà una stella, per cui venite tutte e due di là!

Album che contiene Libe Là

album Secondo te che gusto c'è - Enzo JannacciSecondo te che gusto c'è
1977 - Jazz
Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati