Fanali di Scorta - Ascolta e Testo Lyrics Sunambiac

Brano

00:00
 
00:00

Credits Sunambiac

testo Daniele Chiarella, musica Luciano Triglia

Testo della canzone

SUNAMBIAC

Sono stato abbandonato dalla vita
e quest’alba lecca i marciapiedi già
vedo il mondo in bianco e viola
le finestre risvegliarsi,
le ginestre accartocciarsi ed i lillà

L’avvocato mi fattura ogni emozione
whisky secco e patatine a colazione
e le donne con le chiome non sorridono per me
sono fradicio… un beone…
lo capiscono da sé

RIT.: Ah Sunambiac

Ma quest’oggi sudo ingrato su un portone
e sputtano ogni scellino se mi và
e quel cane mi somiglia,
con quel pelo di ciniglia
e mi sale la canaglia se hai pietà

RIT.: Ah Sunambiac

Non guardarmi se hai paura,
se ti trema la cintura,
se il tuo corpo non reagisce,
se attraversi sulle strisce …per pietà

Album che contiene Sunambiac

album Mojito express - Fanali di ScortaMojito express
2009 - Cantautore
Guarda il video Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati