Giò DeSfàa e i Fiö de la Serva I fulèt del biliàrd Scarica e Ascolta e Testo Lyrics

Giò DeSfàa e i Fiö de la Serva I fulèt del biliàrd Scarica e Ascolta e Testo Lyrics

band
Cantautore, Folk 

Rancio Valcuvia (VA), Lombardia

Brano

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00

Testo della canzone

(Testo e musica di Gioele Di Stefano)

Sèmm chi al bancùn, l’è semper la stessa storia

anca stasira giügà dumà per la gloria,

“Lassa giò ‘l bicer e ciapa sö la butèglia”

“Gianni te s’é mat, dumàn gh’è anca la sveglia!”



“Te s’é già ciöc, e te sè chi a mò setà,

l’è tut el dì che te bevet: sé mai ‘nda a lavurà!

Fa mia figür de merda che sun chi cun la barista,

cunt i dònn shunt un mago, me ciamen l’Alchimista”



Sèmm chi a giügà cunt i fulèt del biliard

Se scunden int' i böcc e ce ciapen per el cü!

Sèmm chi a giugà cunt i fulèt del biliard

Fantasmi dal passà che j ènn drè anca mò a giügà!



Sint che vènt che vegn dent da la pörta
ma
vardà chi l’è rivà: l’è scià “Lele-gamba-storta”

“Mochela de vusà che sun mia diventà anca storno”

“Son sbronzo mica scemo: te mai capì un corno!”


Varda dal cèss: la se svalza su la nebia

Gino cul tuscàn vegn föra e intant bestèma!

Piza 'l tabelùn che nüm se chi a vardàt

Ciapa sö la stecca che i fulèt j èn drè a specià !




Sèmm chi a giügà cunt i fulèt del biliard

Se scunden int' i böcc e ce ciapen per el cü!

Sèmm chi a giugà cunt i fulèt del biliard

Fantasmi dal passà che j ènn drè anca mò a giügà!

---------------------------------------------------------------------

Traduzione - I folletti del biliardo



Siamo qui al bancone, è sempre la stessa storia

anche questa sera a giocare solo per la gloria.

"Lascia giù il bicchiere e prendi la bottiglia"

"Gianni sei matto, domani c'è anche la sveglia



Sei già ubriaco e sei ancora qui seduto.

è tutto il giorno che bevi, non sei mai andato a lavorare!

Non fare figure di merda che sono qui con la barista,

con le donne sono un mago, mi chiamano l'Alchimista"



Siamo qui a giocare coi folletti del biliardo

si nascondo nelle buche e ci prendono per il culo!

Siamo qui a giocare coi folletti del biliardo

fantasmi del passato che sono qui ancora a giocare



Senti che vento che entra dalla porta

ma guarda chi è arrivato, c'è 'Lele gamba storta'
"
"Smettila di gridare che non sono diventato sordo"

"Sono sbronzo mica scemo, non hai mai capito un corno!"



Guarda, dalla toilette si alza la nebbia

Gino col toscano viene fuori e intanto bestemmia!

Accendi il tabellone che noi siamo qui a guardare

prendi la stecca che i folletti ti stanno aspettando



Siamo qui a giocare coi folletti del biliardo

si nascondo nelle buche e ci prendono per il culo!

Siamo qui a giocare coi folletti del biliardo

fantasmi del passato che sono qui ancora a giocare



Album che contiene I fulèt del biliàrd

album Pécc sota 'l técc - Giò DeSfàa e i Fiö de la Serva
Pécc sota 'l técc 2013 - Cantautore, Rock, Folk

Vai all'album Vai alla recensione

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    aggiungi ai tuoi preferiti
    Pannello

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani