Giò DeSfàa e i Fiö de la Serva - Ascolta e Testo Lyrics Rambo

Brano

00:00
 
00:00

Credits Rambo

Musicista aggiunto: Silvio Centamore (percussioni)

Testo della canzone

Rambo
(Testo e Musica di Gioele Di Stefano)

Mi sun mia nassù dumà per la guera
e gnanca dumà per viiv de memoria e pensè
forsi l'è per quest che la mia facia l'è in tera
forsi nella mia vita ho sbaglià mistè

Rambo l'ho imparà che l'è 'l mé nömm
come l'eroe degli anni '80 nei suoi film
forsi per el culor dei mé calzùn
ma ormai anche i pinìn me ciamen in scìi

Varda quanta gént che se regorda del mè nòom
Varda quanta gént l'è drèe a scultà questa canzòn
Varda quanta gént l'ha dumandà de mè
Varda quanta gént l'ha dumandà perchè

Piùm in de la borsa, nela sacocia più na 'gott
firme in sö la pèel lassà de anonimi curtej
Rambo come Freddy in di öcc di tanti fiò
ma mi, caro Robert, ho ciapà gnanca un par de ghej
Sota l’umbrìa del Garibaldi a tacà liit cunt un oom de tola
pallettoni senza pees chi passen per la prucession
bumb a maan e culp de sciòp chi brusen dumà in de la mia crapa
el me gilet tut sbarluscent: lu l’è ‘l fuulmin, mi sciopi il truun

Varda quanta gént che se regorda del mè nòom
Varda quanta gént l'è drèe a scultà questa canzòn
Varda quanta gént l'ha dumandà de mè
Varda quanta gént l'ha dumandà perchè

Oss e nervi han sarà ‘l me coer, dumà la piogia a netà ‘l me mus
de sang versàd ho vedù dumà ‘l mè: questi màan han mai cupà nissun!

Varda quanta gént che se regorda del mè nòom
Varda quanta gént l'è drèe a scultà questa canzòn
Varda quanta gént l'ha dumandà de mè
Varda quanta gént l'ha dumandà perchè

---------------------------------------------------------------------

Traduzione - Rambo

Io non sono nato soltanto per la guerra
e nemmeno per vivere di memoria e pensieri
forse è per questo che la mia faccia è in terra
forse nella mia vita ho sbagliato mestiere

Rambo ho imparato che è il mio nome
come gli eroi degli anni '80 nei suoi film
forse per il colore dei miei calzoni
ma ormai anche i bambini mi chiamano così

E guarda quanta gente che si ricorda il mio nome
E guarda quanta gente sta ascoltando questa canzone
E guarda quanta gente ha domandato di me
E guarda quanta gente ha domandato perché

Piume nella borsa e in tasca più nulla
firme sulla pelle lasciate da anonimi coltelli
Rambo come Freddy* negli occhi di tanti bambini
ma io, caro Robert, non ho preso nemmeno un soldo

Sotto l’ombra del Garibaldi ad attac briga con un uomo di latta
pallettoni senza peso che passano per la processione
bombe a mano e colpi di fucile che bruciano solo nella mia testa
e il mio gilet tutto luccicante: lui è il fulmine e io esplodo il tuono

E guarda quanta gente che si ricorda il mio nome
E guarda quanta gente sta ascoltando questa canzone
E guarda quanta gente ha domandato di me
E guarda quanta gente ha domandato perché

Ossa e nervi hanno chiuso il mio cuore, solo la pioggia a pulirmi il viso
di sangue versato ho visto solo il mio: queste mani non hanno mai ucciso nessuno!

E guarda quanta gente che si ricorda il mio nome
E guarda quanta gente sta ascoltando questa canzone
E guarda quanta gente ha domandato di me
E guarda quanta gente ha domandato perché

Album che contiene Rambo

album Pécc sota 'l técc - Giò DeSfàa e i Fiö de la ServaPécc sota 'l técc
2013 - Cantautore, Rock, Folk
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati