Tracklist

00:00
 
00:00
Leggi la recensione

Descrizione

I giovanissimi Fiori Di Hiroshima (vent’anni in media) sono l’ultimo progetto lanciato dalla Phonarchia Dischi: il loro disco d’esordio “Nabuk” è in uscita il 22 Gennaio 2016 (Phonarchia/Audioglobe/The Orchard).

“Nabuk” é un disco fresco ed energico che nasce con la volontà di mettere in luce il negativo, la parte più oscura e distorta di ognuno di noi. Un prodotto che ricerca una cupezza non solo nei testi, ma anche nella forma musicale: una passione che si trasforma lentamente in un'ossessione (come in "Nociva"), un senso di non appartenenza ad un mondo conforme (in "Kovo") che sfocia poi in una rabbia malata ("Datemi un Martello"), per arrivare poi al momento in cui il passato diventa una catena da gettare via prima che si trasformi in un fantasma ("Scan").

In “Nabuk” si alternano momenti di distorsione a momenti elettro-acustici e strumentali, con un occhio verso il panorama internazionale.

Credits

Artista: I Fiori Di Hiroshima

Titolo: Nabuk

Data di uscita: 22 Gennaio 2016

Etichetta e distribuzione: Phonarchia Dischi/Audioglobe/The Orchard

Crediti: Produzione artistica a cura di Nicola Baronti. 
Registrato presso “La Tana del Bianconiglio” a Montecchio (PI). 
Missaggio a cura di Lino Sestini presso “Magnetic Bull Mastering” di Pontedera (Pi).

Musicisti: Elia Vitarelli: voce, chitarra elettrica, chitarra acustica; 
Daniele Lapi: chitarra elettrica, cori; Alberto Volpi Ramos: basso, cori; 
Jacopo Priami: batteria, percussioni, cori.

Musicisti addizionali: Nicola Baronti: organo, synth, vocoder, beat; 
Leonardo Bernini: violini su S.C.A.N.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati