Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

FOLKABBESTIA
GIRAMONDI
I FOLKABBESTIA tornano a girare sul giradischi con l’uscita dell’EP
GIRAMONDI! Dopo una lunga attesa i cinque ex frikkettoni pubblicano un nuovo
lavoro discografico in formato digitale contenente cinque canzoni inedite per
infiammare l'estate a suon di concerti e danze sfrenate. Giramondi sono i protagonisti
di questo album, i migranti, i gitani, i buskers, i naviganti e i Folkabbestia che da anni
portano in giro per l’Italia e per l’Europa l’energia solare della loro musica festosa e
travolgente. Giramondi è un viaggio intorno ai mondi della musica popolare, del rock
d’autore, della tradizione mediterranea, del folk irlandese e delle melodie balcaniche.
Giramondi sono le canzoni, le emozioni, i pensieri che superano i muri e i confini.
Si comincia salendo sul carro dei gitani con ESMA, un brano dalle sonorità zigane
che racconta la storia della più grande cantante rom di tutti i tempi Esma Redzepova,
la regina degli zingari! Esma è recentemente scomparsa e il quintetto barese con
questa canzone omaggia la sua voce meravigliosa.
Si continua a viaggiare con IL VIOLINO E IL CAPPELLO che descrive la vita
obliqua e randagia di una coppia di musicisti di strada, due buskers, due frikkettoni
che inseguono un colorato sogno di libertà lungo le vie del folk.
Si prendono le strade del mare con LA TEMPESTA che mischia sonorità
mediterranee e ritmi giamaicani. Il brano racconta due storie, due rotte, che si
incrociano in un mare nero e tempestoso, quella di una bambina migrante che fugge
dalla Libia e quella di un pescatore siciliano che ogni giorno prende la barca per
andare a lavorare. Al centro di questa canzone c’è la storia drammatica di un mare
che bagna due sponde e due mondi così vicini e così distanti.
Sempre per mare ma su una caravella si approda in America Latina dove con HIJOS
NATURALES DE PIZARRO i Folkabbestia narrano le nefandezze compiute dai
conquistadores ai danni degli inermi popoli precolombiani.
Infine con La BARAONDA si sale su di una immaginaria nave da crociera
"Miraggio" con a bordo politici corrotti, banchieri collusi, veline in calore, magnati e
mercanti di armi, che viene soccorsa da un imminente naufragio da uno scalcinato
barcone affollato di migranti! Un mondo al contrario dove gli ultimi, i poveri della
terra, salvano i primi, i potenti.
Salite tutti a bordo e tenetevi forte che si parte con i Folkabbestia!

Credits

Testo e musica di Oronzo Mannarini
Edizioni: I Folkabbestia
I Folkabbestia:
Lorenzo Mannarini: voce, cori, chitarra acustica, chitarra elettrica
Francesco Fiore: basso
Nicola De Liso: batteria
Osvaldo Laviosa: violino
Piero Santoro: fisarmonica
“Il violino e il cappello”
Testo e musica di Oronzo Mannarini
Edizioni: I Folkabbestia
I Folkabbestia:
Lorenzo Mannarini: voce, cori, chitarra acustica, chitarra elettrica
Francesco Fiore: basso
Nicola De Liso: batteria
Osvaldo Laviosa: violino
Piero Santoro: fisarmonica
“La tempesta”
Testo e musica di Oronzo Mannarini
Edizioni: I Folkabbestia
I Folkabbestia:
Lorenzo Mannarini: voce, cori, chitarra acustica, chitarra elettrica, pianoforte
Francesco Fiore: basso
Nicola De Liso: batteria
Osvaldo Laviosa: violino
Piero Santoro: fisarmonica
“Hijos naturales de Pizarro”
Autori: Oronzo Mannarini e Stefano Di Lauro
Edizioni: I Folkabbestia
I Folkabbestia:
Lorenzo Mannarini: voce, cori, chitarra acustica, chitarra elettrica, organo, tin whistle
Francesco Fiore: basso
Nicola De Liso: batteria
Osvaldo Laviosa: violino
Piero Santoro: fisarmonica
"La Baraonda"
Autori: Oronzo Mannarini e Giuseppe Luca Basso
Edizioni: I Folkabbestia
I Folkabbestia:
Lorenzo Mannarini: voce, chitarra acustica, armonica a bocca
Francesco Fiore: basso
Nicola De Liso: batteria
Osvaldo Laviosa: violino, cori
Piero Santoro: fisarmonica, cori
Giramondi e stato registrato nei mesi di marzo e aprile del 2017 da Jason Nealy presso
EP Room a Giavera del Montello (TV) e da Lorenzo Mannarini presso il Duomo Home
Studio a Belluno. Mixato e masterizzato da Alberto Gaffuri a Santa Monica (California -
USA).
Ufficio stampa: Lunatik
Info e Booking: Maninalto! Records

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati