Rockit logo

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00

Descrizione a cura della band

Sembra esserci un sottile filo rosso rosso rosso che lega alcuni fenomeni ed eventi apparentemente distanti e sconnessi tra loro; legami sotterranei che caratterizzano sia i costrutti paranoici di alienati complottisti, sia alcune verità storiche le quali però necessitano digestioni lunghe secoli, prima che si possa sussurrarle senza correre il rischio di venir contati tra i folli.
Tale premessa è doverosa, perché quello che l'enigmatico duo For The Glory Of Nothing vuole dirci con il suo EP d'esordio “Garmonbozia”, è che esiste una stretta relazione tra i primi test nucleari nel deserto americano, oscuri rituali di magia sessuale portati avanti da alcuni personaggi come Aleister Crowley, Ron Hubbard e Jack Parsons dell'Ordo Templis Orientis, l'apertura di portali dimensionali, molteplici scomparse e delitti rituali irrisolti che hanno affollato le cronache della storia contemporanea (alcuni dei quali avvenuti nelle notti senza luna delle campagne toscane) e i fenomeni UFO; quest'ultimi però da riferirsi non a presunte manifestazioni tecnologicamente avanzate di entità biologiche extraterresti ma piuttosto a fenomeni sottili di natura “demonica” appartenenti ad altre dimensioni o stati dell'essere, così come intuito nella cosiddetta ipotesi “parafisica” di ricercatori come Jacques Vallée, Josef Hynek e John Keel.
A quanto pare i For Glory Of Nothing non sono i soli a ritenere verosimile questo apparente delirio ma sembrerebbero trovarsi in ottima compagnia dato che, secondo alcuni, le stesse opere di David Lynch relative all'universo di Twin Peaks pare facciano riferimento in maniera più o meno criptica agli stessi legami.Lo scopo di tutto questo lo apprendiamo dagli stessi artisti che dichiarano:“Gli uomini separati dalla propria anima, si ritrovano a secernere il nutrimento prediletto per i signori degli abissi infraumani; costoro conoscono tutti i segreti della materia e in un'epoca dov'è reciso quasi ogni contatto con la Prima Luce, l'insostenibile vertigine ben dispone gli uomini a fare commercio con esseri immondi”.
Da queste suggestioni le quattro tracce di “Garmonbozia” ci propongono un ambient onirico, sofisticato e allucinato, ornato da elementi di IDM tribale e psicotico, sostenuti da destabilizzanti e taglienti sfondi industrial. Atmosfere perturbanti e stranianti che trovano ricettacolo ideale nel catalogo della UKhan Records.

Credits

All tracks written and produced by "For The Glory of Nothing"
Except track 03 featuring Sax by Fabio Di Gregorio

Mastering by Ubu Khan
Artwork by Ubu Khan

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Pannello

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani