Perché realizzare un'opera quando è così bello solamente sognarla? Perché un sogno esiste solo quando lo si racconta.

Frammenti è un progetto tutt'altro che neonato: la collaborazione di Alex Michielin, Mauro Serafin ed Antonio Cettolin va ricercata nell'autunno del 2013, all'inizio della loro collaborazione, affiancati da altri artisti che hanno contribuito alla formazione del gruppo.
I brani vennero composti, le parole messe nero su bianco ma tutto restò in sospeso affinchè i tre giunsero ad una svolta: nel settembre 2015 l'inclusione nel progetto del pianista e tastierista Francesco Da Ros. Di lì a poco il progetto prese finalmente forma.
Una forma strana, poco compresa anche dagli stessi membri che, alla ricerca della loro musica, sono in continuo mutamento.
"Frammenti", abbreviazione di "Frammenti di Specchio", oltre ad essere il nostro nome, è la sintesi del nostro rapporto con il reale.
Le nostre canzoni vogliono infatti riflettere sprazzi della nostra universale quotidianità ad ogni spettatore che, libero di lasciarsi trasportare, si reputi pronto ad osservare sfumature (anche di sè stesso) senza la volontà di afferrarle con le mani della razionalità, le quali, inevitabilmente, si ferirebbero lungo il bordo d'un brandello d'esistenza tagliente.