Francesco Sportelli - Ascolta e Testo Lyrics Il quadro e la parete

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

IL QUADRO E LA PARETE
Testo: Francesco Sportelli
Musica: Francesco Sportelli – Francesco Di Cicco

Ho sbagliato tempi e modi andando via
Mi hai cercato, l’ho saputo, ma la colpa è mia
Ho voluto staccare e ho iniziato da te, con te

Mi è servito correre per conto mio
Finché ho avuto fiato
Son caduto e ora sono qui davanti a te
Le certezze di un uomo son gabbie dorate
Se non sa ascoltare

Ma adesso che dentro i tuoi occhi passano lacrime, passa amore
Capisco quanto è possibile… possibile…

Ritrovarmi sottosopra , camminare sul soffitto,
saltare il lampadario con l’agilità di un ladro
E accorgermi che sorprendentemente la parete è appesa al quadro

Capisco che è possibile, poter tornare indietro
e trovarti in ogni giorno, in ogni giorno in cui ti ho amato
in questo mondo sottosopra io sono la parete e tu il quadro


E adesso che dentro i tuoi occhi passano lacrime, passa amore
Capisco quanto è possibile… possibile…

Ritrovarmi sottosopra , Camminare sul soffitto,
saltare il lampadario con l’agilità di un ladro
E accorgermi che sorprendentemente la parete è appesa al quadro

Capisco che è possibile, poter guardare indietro
e trovarti in ogni giorno, in ogni giorno in cui ti ho amato
in questo mondo sottosopra io sono la parete… Io sono la parete…
Io sono la parete… e tu il quadro

Album che contiene Il quadro e la parete

album TRA LE RIGHE - Francesco SportelliTRA LE RIGHE
2012 - Cantautore, Pop, Acustico
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati