Leggi la recensione

Descrizione

Introduzione franco beat CD + CREDITI.
Quella sera suono col mio progetto su Gianni Rodari. Il posto non è neanche un locale, è una ex bottega di fabbro a Santarcangelo di Romagna, luogo davvero suggestivo in cui amici organizzano talvolta concerti semi-clandestini. Finisco di suonare e la ragazza che aiutava ad allestire i concerti mi dice una cosa che credo suonasse più o meno così: “Tu sei abbastanza fuori per fare qualcosa con noi”. E io: “Ah, grazie! Ma noi chi?”
E comincia a raccontarmi che lavora coi matti, in una struttura di residenza a San Savino, nelle colline di Riccione, e che stanno cercando di scrivere dei testi per delle canzoni che vorrebbero mettere in musica. Io non mi faccio certo pregare e accetto di buon grado di leggere cosa avevano già scritto.
Mi arrivano i primi scritti, alcuni davvero indecifrabili, altri incredibilmente lucidi e poetici. Decido che devo assolutamente andare da loro per conoscerli meglio. Agli operatori passo “Grammatica della fantasia” e parlo di Rodari, di provare a lasciar scorrere le parole nel flusso disordinato dei pensieri degli ospiti delle Radici.
Poco tempo dopo ho 5 pezzi pronti, e vado a suonarli con loro alla festa organizzata tutti gli anni alle Radici, una occasione in cui gli ospiti passano una giornata con i famigliari. Si suona: di fianco a me “E.” tira gomitate perché sbaglio il testo (ho 38 di febbre e un collo che avre bbe invidia al Mike Tyson più in forma), “Es.” canta la sua Carmencita, e gli altri abbozzano un coro sincero, divertito e sgangherato. Ne esco emozionato, con l’intenzione di andare a fondo in questa storia. Avevo di fronte un patrimonio poetico da cui volevo essere invaso. Volevo mettermi in bocca quelle parole, quelle immagini così surreali, taglienti, amaramente gioiose, scritta da gente pronta a barattare in qualsiasi momento una strofa felice per una sigaretta.
Son passati quasi due anni in cui ci siamo scambiati testi e canzoni. Mi sono ritrovato citato nei testi, sono andato a registrare le loro voci e a manipolarle con le mie “macchine elettroniche”, come le chiama “A.”. Ho sentito che stavamo davvero facendo un disco insieme. Un disco che racconta una storia, che è la nostra. “Il manicomio diventa una barzelletta”, ed io il suo strimpellanote.

Credits

Francobeat - Radici

(Lista brani)
1- Belluno
2- Io ero bellissima (feat. Giacomo Toni+Santo barbaro)
3- Le mie meraviglie
4- E' bella la pioggia
5- Questa è..
6- Verde/Secco
7- Camminare (feat. Moro+Giuseppe Righini)
8- ..la mia..
9- Il principe e la donzella
10- Pillole
11- Il pupazzo di neve
12- ..voce.
13- Carmencita (feat. Sacri Cuori)
14- Che cambino le cose (feat. Sacri Cuori + John De Leo)

Tutti i testi sono stati scritti dagli ospiti della residenza per disabili mentali "Le Radici" di San Savino, Riccione (RN).
Tutte le musiche sono state scritte, composte e suonate da francobeat.
Hanno suonato:
Diego Sapignoli percussioni in 4,6,13,14.
Francesco Giampaoli basso elettrico e contrabbasso in 2,11,13,14.
Antonio Grammentieri chitarre in 11,13,14.
Silvia Valtieri piano in "Carmencita"
Francesco Valtieri sax baritono in "Carmencita".
Valeria Caputo ha manipolato e composto in 5,8,12 utilizzando solo le voci degli ospiti de “Le Radici”
Giacomo Toni piano in "Io ero bellissima"
Pieralberto Valli voce in “Io ero bellissima”
Massimiliano Morini (Moro) chitarra acustica in 4 e 7.
John De Leo voci in "Che cambino le cose"

Per la realizzazione del cd sono state coinvolte le seguenti figure professionali:
Patrizia Cavalli psicoterapeuta responsabile della Residenza sanitaria Psichiatrica “Le Radici”, Elisa Zerbini, educatrice, ispiratrice e co-realizzatrice del progetto “Radici”, Marisa Sciandra, educatrice che segue il progetto “ Con la testa tra le fiabe” .

Produzione artistica: Cosabeat studio
Produzione esecutiva: Formula servizi alla persona/Cosabeat/Brutture Moderne
Registrato e mixato da Franco Naddei al Cosabeat studio, VIllafranca - Forlì.
Masterizzato da Giovanni Versari presso "La Maestà".- Tredozio (FC)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati