Gabriele Deriu - Ascolta e Testo Lyrics Ancora tutto uguale

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

Ancora tutto uguale

Se ho la faccia di un naufrago
non aver timore di parlarmi
sai le onde muovono
finchè c’è la corrente
così io potrò scaldarti
finchè nn vorrai distrarti
potrai fraintendere il mio sguardo
quante volte calcoliamo gli abbinamenti
per sembrare…ricordare
l’autunno ha umiliato le foglie
andiamo verso le colline

e andiamo verso le colline
osserviamo dall’alto
da primavera ad inverno
il tempo si diverte a girare
come una trottola
e noi pronti ad aspettare
a lavorare e a festeggiare
odio questo iniziare, finire e ricominciare

e vieni…vedi
pochi ancora piegano
i molti condannati giudicati diversi
il sangue scorre per avere di più
finchè le tasche non salteranno
si crea un dio una speranza
ma i sogni ormai non li ricordano più
e sperare...poi lottare
se l’autunno ha umiliato le foglie
andiamo verso colline

e andiamo verso le colline
osserviamo dall’alto
da primavera ad inverno
il tempo si diverte a girare
come una trottola.
e voi attenti a sorvegliare
a calcolare e a depredare
odio questo iniziare, finire e ricominciare

quanti ancora lavorano
solo per sopravvivere
chi ricorderà i loro nomi
e a noi cosa resterà da portare a casa?

e andiamo oltre le colline
osserviamo dall’alto
da primavera ad inverno
il tempo si diverte a girare
come una trottola
e noi infine a camminare
a traversare, poi superare
questo iniziare, finire e ricominciare

se ho la faccia ormai come tante
non aver timore di aspettare
un giorno forse potremo rincontrarci
il giorno in cui potremo svegliarci
e capire che qualcosa sarà cambiato
io per questo potrò aspettare, finire e ricominciare

Album che contiene Ancora tutto uguale

album Oltre il muro Ep - Gabriele DeriuOltre il muro Ep
2013 - Cantautore, Elettronico
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati