Gasparazzo e la banda bastarda - Ascolta Villa Emma

Brano

00:00
 
00:00

Descrizione Villa Emma

“Appunti sui brani dell'album Esiste chi resiste”
Professoressa Mina Giunchi
Villa Emma
Il primo canto si intitola Villa Emma e ci ripropone una storia che è conosciuta da molti,
anche grazie ai libri e alla RAI che ha prodotto film e documentari sull’episodio.
La vicenda storica ha inizio nel 1942 quando un’organizzazione ebraica di assistenza
riesce ad accogliere una cinquantina di ragazzi ebrei, provenienti dall’est europeo. Nella
primavera del 1943 si aggiunge poi una trentina di ragazzi orfani, provenienti dalla
Croazia. Essi trovano asilo a Villa Emma, presso Nonantola, una imponente villa di
campagna, dove svolgono lavori agricoli, di falegnameria, di cucito, oltre che lezioni
scolastiche. Tutto il paese è coinvolto e determinante si rivela l’aiuto dei sacerdoti Don
Beccari e Don Ennio Tardini e del medico Giuseppe Moreali.
Dopo l’8 settembre e l’occupazione nazista la situazione dei ragazzi diventa critica e si
decide di allontanarli da Villa Emma: una trentina trovano rifugio nel Seminario di
Nonantola, gli altri vengono affidati a diverse famiglie in attesa di fornirli di documenti falsi,
per l’espatrio in Svizzera.
Tranne un piccolo ospite che, malato, non ha potuto seguirli, e che morirà ad Auschwitz,
tutti gli altri sono riusciti a riparare in Svizzera e a salvarsi.
Quello che nella canzone mi piace sottolineare è il senso di vuoto e di smarrimento dei
ragazzi che, piano piano, cedono il posto ad un ritmo di vita “normale”, fatta di giochi e
spensieratezza, dove fa capolino la speranza di una vita diversa. E, veramente, Villa
Emma e il paese assumono per me l’aspetto di una madre, amorevole, che accoglie figli,
non importa di chi e da dove. Li accudisce, li protegge e li salva, offrendo loro un futuro
migliore. Figure storiche sono Leonardi, Don Arrigo e Giuseppe, strumenti consapevoli e
coraggiosi di un’umanità che non si è piegata alle violenze e ai soprusi.

Album che contiene Villa Emma

album Esiste chi resiste - Gasparazzo e la banda bastardaEsiste chi resiste
2014 - Progressive, Folk, Acustico Audioglobe, New Model Label
Guarda il video Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati