Musica fintamente orchestrale in chiave fintamente rock...

Il progetto Gli Angeli Che Si Divertono si è formato nell’estate del 2011 quando Luca Cartolano, per anni chitarrista di vari progetti musicali nella Capitale, decide di cambiare strumento e passare al synth con il quale scrive tutti i pezzi del disco “Radici e Fiori Bianchi”, supportato al basso da Simone Olivieri e alla batteria da Daniele Misischia. Il titolo del disco è metaforico: le radici rappresentano l’amore, i fiori bianchi la speranza. Dal punto di vista testuale viene affrontata la tematica del rapporto tra due persone. Esce con l’etichetta “New Sonic Records”.