Biografia Harìa

17/03/2021 - 10:58 Scritto da Harìa Harìa 0
e Giuseppe Brunetti (chitarra). Esso dimostra sin da subito una preferenza ed una ricerca nello scenario musicale alimentato da esperienze profonde e significative, oltre ad una forte impronta rock con riferimenti alla musica post wave, l'utilizzo di chitarre a volte distorte, a volte evanescenti e contraddistinto da un caratteristico cantato di timbro baritonale. All’inizio del 2017, dopo diverse collaborazioni ed approci sperimentali, si unisce alla batteria Luca Castellaro e successivamente Dennis Ercole al basso. La prima pubblicazione risale al 2019: dopo un anno intenso trascorso tra varie ricerche di suono ed una serie di concerti in varie province del Veneto e della Lombardia, viene infatti rilasciato il primo EP che porta il nome stesso della band: "Harìa", registrato e prodotto da Velvet recording studio e distribuito da Vrec music label. Esso esprime la prima embrionale rappresentazione poetica e visionaria di un'idea romantica della vita di un uomo o di più uomini e della loro ricerca di una posizione nella dimensione sensibile.
Alla fine del 2020 la formula band si scioglie per ritornare all’origine più pura, continuando così la propria ricerca di forma e suono, durante questo periodo infatti il progetto assume una forma più intima e personale con un aspetto più cantautorale, seguendo le orme di autori come Mark Lanegan e Nick Cave.
A marzo del 2021 viene pubblicato il primo singolo solista di Harìa: “Tredici lune” i cui suoni semplici e la veste intimista descrivono un silenzio incombente e necessario. Il brano, accompagnato da un videoclip, viene così commentato dall’autore:


"Su uno spazio vuoto, è l’immaginario incontaminato e personale dell’individuo a riempire con immagini e suoni." (H.)

---
L'articolo Biografia Harìa di Harìa è apparso su Rockit.it il 2021-03-17 10:58:39

IL TUO CARRELLO