hiboumoyen biografia

Colline maremmane, Pisa, Firenze (GR), Toscana

6 corde e lettere sparse: questo è in due parole Hibou Moyen.

Sei corde e lettere sparse, questo è come si descrive Hibou Moyen (“Gufo Comune” in francese), al secolo Giacomo Radi.
Il progetto solista Hibou Moyen nasce dall'esigenza di tornare a scrivere canzoni, dopo una pausa di alcuni anni dalla musica rock alternativa (Dafne, Sistema, Rosemary's Lane): una nuova veste tessuta con trame acustiche e intimistiche, equidistante tra folk statunitense e cantautorato italiano.

Nell'aprile 2014 esce il primo LP “Inverni” per l'etichetta/collettivo Private Stanze, prodotto dallo stesso artista e Luca Spaggiari (Fargas).
Lo stesso anno entra nel progetto in pianta stabile il chitarrista Andrea Gozzi, come supporto live.
Seguono varie date in giro tra il centro-sud e il nord Italia.
Nel 2015 è il turno dell'EP “Ancora Inverno”: due brani dove la chitarra incontra la viola da gamba.

Il nuovo disco, “Fin Dove Non Si Tocca”, usce l'11 Novembre 2016, con la produzione artistica del cantautore Umberto Maria Giardini.
Il nome del disco è preso in prestito da “Il Naufragio del Nautilus”, canzone che apre il nuovo lavoro.