I don't want your mercy.I won't force you to come see me.I won't play the lastest hits.Just sit down and enjoy the ride.

Ho sempre odiato scrivere le biografie.
Mi è sempre sembrata una cosa talmente da VIP che non centra molto con una persona come me, per la quale la musica è sempre stata una passione prima di tutto.
Ma siccome gli “affaristi della musica” lo richiedono, iniziamo a parlare usando quella imbarazzantissima terza persona.

Noisekraft è lo pseudonimo di Marco Cella, un ragazzo italiano nato a Venezia in un soleggiato giorno d’agosto del 1995.
Lo studio della musica inizia a sei anni.
Inizia a comporre e, successivamente, produrre musica nei primi mesi del 2011, lentamente guadagnando una discreta fama durante l’ondata europea di musica fidget/synthpunk del decennio scorso.
Kidnapping, l’album di debutto, esce nell’estate dello stesso anno diventando un piccolo cult in quella che venne poi definita “Nu-Rave Era” (forse uno dei nomi più brutti in assoluto), supportato da un tour nella stagione autunnale/invernale presso varie località europee.
Altre tracce furono rilasciate nell’anno seguente, in particolare The New Wave - Single (probabilmente la sua canzone più nota) e The Eternal Night - EP (un addio ‘simbolico’ a quel periodo).
Nei mesi seguenti il suo suono ha subito una maturazione, cominciando a modellarsi diversamente, inglobando alcuni generi alternative/rock come lo shoegaze e il post rock, continuando però a miscelarli con Ambient, IDM e altre sfumature elettroniche che lo radicassero al suo passato.
Let The Sky Collapse - EP è figlio di queste rivoluzioni, un breve EP auto-prodotto/auto-promosso/auto-pubblicato considerato una piccola gemma dell’underground e della cultura “fai-da-te”.
Le outtakes di quest’ultima release sono raccolte nel singolo February’s Rain dell’anno seguente.

Dopo sei mesi di registrazioni, l’annuncio ufficiale di First Canvas: The Neverending Nothing è stato fatto per il 10 Aprile 2015, un album che coinciderà con l’inizio di una serie di “tele” sonore, visive e letterarie legate dall’obiettivo di raccontare storie diverse ogni volta.