Descrizione

Il nuovo album “Hai mai mangiato un uomo?” (La Bionda Records) sta mettendo critica e giornali d’accordo:
Avanguardia italiana acid new wave.
Un disco scuro, urbano e profondo che parla di smarrimento, di confessione e di ritrovamento dell’uomo in un contesto urbano. Un’interessante fusione di cantautorato, pop-rock, contaminazioni blues e trip hop di bristoliana memoria. Un disco nato letteralmente nella cucina dell’appartamento dove Mirko e Fabio convivono, trasformata per l’occasione in sala prove e spazio creativo punk. Un lavoro che risente fortemente delle influenze e delle esperienze che i due traggono dalla loro vita nella Bolognina, il quartiere multietnico e underground di Bologna. Le sonorità del disco infatti non sono tanto il frutto di un assiduo ascolto di dischi (Bowie, Nick Cave, Battiato, Joy Division, Cohen e Massive Attack su tutti) ma più della frequentazione della vita notturna della città e del quartiere in particolare.

Credits

Testi di Mirko Di Francescantonio eccetto “Neve” di Luca Di Francescantonio / Mirko Di Francescantonio
Musica composta ed eseguita da iBerlino

Fabio Pulcini: chitarra acustica, chitarra elettrica, sintetizzatori
Mirko Di Francescantonio: voce, tastiera, sintetizzatori, chitarra elettrica in “Non si può vietare in un deserto” e “Come andar di notte”.

Susanna Regazzi: voce femminile in “Intro”, “Come andar di notte”, “Non si può vietare in un deserto” e “Neve”.
Registrato e mixato da Roberto Rettura presso Lo Studio Spaziale (Bologna)

Foto: Gianluca Scerni
Foto band: Stella Silvestro
Grafica: Kain Malcovich

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati