Construction Site

Construction Site

IKE Musik

2019 - Elettronica, Alternativo, Pop rock

Descrizione

CONSTRUCTION SITE (2019) è la produzione discografica 2018 di Isaac de Martin in arte IKE.

42 minuti di musica per fare un giro del mondo e accorgerci che Terra è da sempre e per tutti gli esseri viventi un “cantiere” di sperimentazione, di automiglioramento, di spinta verso qualcosa di misterioso. Dall’Uomo ai microbi, le piante, i dinosauri, tutti hanno sperimentato geneticamente se stessi e continuano a farlo. A livelli di sofisticazione differenti assecondando l’evoluzione.
Per farlo IKE ha trascorso un anno e mezzo a girare l’Europa andando a caccia di musicisti che nella sensibilità condividessero questo concept.
 Ci sono – in ordine di apparizione – Niklas Ahlsved (batteria, Finlandia), Karla Stereochemistry (voce, Serbia), Mauro Brunato (basso elettrico, Italia), Fabio Calzavara (sassofoni, Italia), Nicola Barbon (contrabbasso, Italia), Riccardo Carli (basso elettrico, Italia), Giacomo Li Volsi (arpa, Italia), Hannu Lamminmäki (trombone, Finlandia), Julian Bidner (trombone, Germania), Iva Mabbasta (voce, Nigeria), Alaa Arsheed (violino, Siria), Abagar Quartet (voci, Bulgaria), Krastio Dimov (Kaval, Bulgaria) Alice Vivian (voce, Italia), Tommaso Troncon (sassofoni, Italia).
I brani sono stati composti, arrangiati e mixati da Isaac de Martin che ha suonato chitarre, Fender Rhodes, basso elettrico, banjo.
 Sono stati registrati negli appartamenti, nei sottoscala, in auto, negli studi di registrazione tra Italia, Finlandia, Germania, Serbia e Bulgaria. IKE negli ultimi due anni è stato molto impegnato tra concerti e tournee in tutta Europa e spesso i mix li ha fatti nelle camere d’albergo, nelle sale d’aspetto degli aeroporti, in volo o in lunghi viaggi in treno.
La copertina è un’opera di Roberta Villa, mentre la grafica dell’album è opera della milanese Silvia Toja e della polacca Klaudia Kost.
 Berlino ha senz’altro offerto un vantaggioso luogo di incontri e crescita musicale che si riflette nell’Album. 

Nel 2019 IKE porterà questo lavoro discografico nei club e Festival, per ridare a Terra le storie e le riflessioni che questa ha generato nella creazione di Construction Site.
 Construction Site è un tributo al pianeta e alla vita in essa, a tutta la vita, al di sopra di bene e male. Pianeta, sospeso nell’Universo, ci da la possibilità di evolverci come esseri viventi.

I concerti saranno dei live-set elettronici a cui parteciperanno i vari artisti coinvolti.
 In alcune circostanze invece i concerti saranno live con la band al completo
Tracklist
Flughafen Love (ft. Karla Stereochemistry) - Auburn June
 - Plastikspoon (ft. Karla Stereochemistry) - Das Birke - A ballad to ms. Forest (ft. Iva Mabbasta) - Balchik Garten
 - Seeds ‘n Flowers
 - Mother don’t cry (ft. Alice Vivian) - The journey into the Welcome

Credits

Isaac de Martin (aka IKE)compostions, guitars, banjo, electric bass, percussions, Fender Rhodes, mixing.
Niklas Ahlsved drums
Nicola Barbon doublebass
Riccardo Carli electric bass/doublebass
Alaa Arsheed violins
Giacomo Li Volsi harps
Fabio Calzavara saxophones
Karla Stereochemistry vocals
Iva Mabbasta vocals
Alice Vivian vocals
Hannu Lamminmäki trombones
Abagar Quartet vocals
Krastio Dimov kaval

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia