Descrizione

"CANZONI DI TEMPI DI CRISI”, distribuito da Goodfellas e disponibile sia in versione fisica che digitale, è il nuovo album de IL GENERALE.
Con questo nuovo CD, il nono della sua carriera, il “nonno del reggae italiano” torna in pista mirando come non mai ad accostare la canzone d'autore alla musica in levare e alle sonorità giamaicane. A dare la propria impronta al disco è CIRO “PRINCE VIBE” PISANELLI, uno dei più quotati fra i produttori della penisola, ma non mancano episodi firmati da MARK-ONE, CILLO BOMBA, MATIA AMBASSA GOBBO e MILITANT WARRIORS PROMOTIONS.
“CANZONI DI TEMPI DI CRISI” porta a compimento un percorso di ricerca sui testi iniziato molto tempo fa ma che ha assunto un'importanza ancor più fondamentale negli ultimi anni. A dimostrazione di ciò anche l'attribuzione al Generale del Premio Ciampi 2012 per la miglior reinterpretazione di un brano del cantautore livornese.
Ascoltate questo album! Vi renderà partecipi di tante riflessioni generate dai tempi di crisi che stiamo attraversando e, al tempo stesso, riuscirà a comunicare emozioni senza perdere di vista il ritmo e messaggi positivi anche di fronte agli stati d'animo più deleteri.
Da non dimenticare infine che “CANZONI DI TEMPI DI CRISI” è stato reso possibile da una cordata di sostenitori che lo hanno finanziato dal basso senza compromessi con gli ingranaggi del mercato discografico. Una piccola luce in questi tempi cupi.
Per contattare il Generale su facebook: IL Generale oppure Stefano (il Generale) Bettini

Credits

Stefano Bettini, in arte Il Generale, può a pieno titolo dichiararsi un veterano della scena reggae italiana.
La sua carriera musicale comincia a dire il vero con la scena hardcore punk dei primi anni '80 e con una band, gli I Refuse It, che acquistò notorietà internazionale per l'energetica originalità delle loro produzioni. All'epoca Bettini fu fra i protagonisti di una scena di breve durata ma di grande intensità che lasciò in eredità alle generazioni successive la spinta verso l'autoproduzione e l'autogestione della propria musica.
L'avvicinamento alla musica in levare del Generale comincia nella prima metà degli anni '80 e si concretizza nel 1989 con la pubblicazione del singolo Non è un miraggio (Roberto Baggio)/San Marco Skanking (su Wide Records) che è considerato il primo 45 giri di raggamuffin cantato in italiano.
Nei primi anni '90 il Generale è quindi esponente di punta della cosiddetta epoca delle posse condividendo il palco e le esperienze discografiche con la Ludus Dub Band e con Kote Giacalone oggi noto come Jaka. Risalgono a quel periodo gli album Stupefacente e Guarda le luna e non il dito (pubblicati da Wide Records) e una serie di 12 pollici che lo vedono collaborare con artisti diversi come Tax o la Torino Posse.
Dopo il periodo delle posse il Generale ritorna quindi all'autoproduzione e, fra il 2000 e il 2012, realizza sei nuovi album: In transito … Briciole del Generale, Più che mai, Café Revolucion (gli ultimi due in collaborazione con l'ex Pitura Freska Toni Moretto), Mille modi, Veterano Vibrante e A Stare Bene (quest'ultimo in in collaborazione con l'ex Bomba Bomba MarkOne). Continua inoltre a esibirsi in stile showcase nelle dancehall di tutta Italia e dal vivo dapprima con la One Drop Band e in seguito con la Dangerous Band. La sua passione per la musica in levare lo porta inoltre a scrivere un saggio sulla storia della musica reggae (Paperback Reggae delle Edizioni Olimpia, scritto a due mani con Pier Tosi) e a vincere il Premio Ciampi nel 2012 per una versione del brano “Il Giocatore” realizzata insieme ai bolognesi No Lounge.
Il primo giugno esce un nuovo tassello nel percorso dell'artista fiorentino: l'album Canzoni di tempi di Crisi realizzato in stretta collaborazione con Ciro “Prince Vibe” Pisanelli ed il contributo di vari altri produttori e musicisti della scena reggae italiana.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati