Più insani che italiani

Il Maniscalco Maldestro nasce nel 2000. Dopo alcuni anni caratterizzati da molti concerti nel 2005 esce l’omonimo album d’esordio con etichetta Videoradio e la produzione artistica di Sandro Ferrini. Il disco riceve molte recensioni positive: “Metallus”, “Hard Sounds” e “RockOn” lo inseriscono tra i migliori album del 2005. I singoli “Metamorfosi plausibile” (di cui esce anche un videoclip) e “Fase 5: metabolismo” arrivano fino alla prima posizione del “Made in Italy” nella classifica di Radio Rock Fm.

Nel frattempo, a luglio, Il Maniscalco Maldestro partecipa a “VolterraTeatro” con uno spettacolo teatrale di strada e un mese dopo realizza un “Film Maldestro” interamente diretto, interpretato e realizzato dai membri della band.

Nel 2008, a seguito della vittoria dell’Heineken Jammin Festival Contest la band si esibisce sul palco principale nello stesso giorno di Vasco Rossi e Marlene Kuntz. Nello stesso anno arriva anche la vittoria di “Italia Wave Band Toscana” e la conseguente esibizione sul palco di Italia Wave Love Festival ‘08 insieme a Elio e le Storie Tese, Tricarico, Sud Sound System e John de Leo. Nel mese di agosto la band calca numerosi palchi importanti tra cui Edison change the music e il CC Festival. Nell’inverno 2008 Il Maniscalco Maldestro si aggiudica il contest “Talent Scout @ M.E.I.” indetto dalla redazione di Kataweb (Gruppo Espresso), esibendosi di coseguenza al Meeting delle Etichette Indipendenti ‘08.

Nel marzo 2009 esce con l’etichetta La Fattoria Maldestra il secondo album dal titolo “Panna, polvere e vertigine“, che vede tra gli ospiti Marco“Don” Bachi (Bandabardò), Marzio del Testa (Ginevra di Marco, Stazioni Lunari, Bugo, Cisco), Maurizio Geri (Caterina Bueno, Maurizio Geri Swingtet, BandItaliana) ed Edo Rossi (Radio RockFM). A seguito dell’uscita dell’album viene co-prodotto da La Fattoria Maldestra e Loading Lab il videoclip del singolo “Sorridi al muro”, scritto da Lorenzo Franchi e diretto da Lorenzo Franchi e Nicola Raggi.

Nella primavera 2009 nasce la collaborazione con la compagnia teatrale Gli Omini che si concretizza in un vero e proprio spettacolo teatral-musicale dal titolo “Gabbato lo Sound” che debutterà il 25 Luglio 2009 al Festival Volterra Teatro 09.

L’estate 2010 è il tempo di concerti in giro per tutta Italia con una tourneè che arriva anche oltre confine in Germania.

Il 2011 è un anno di crescita, il gruppo si ferma e definisce una nuova formazione con Pietro Spinelli alle tastiere e SImone Sandrucci alla chitarra in sostituzione di Frencc, ed inizia un nuovo percorso nella stesura e registrazione di un nuovo disco, sotto la sapiente guida di Nicola Baronti (Phonarchia produzioni), in veste di produttore artistico. Il 13 aprile 2012 è la data dell’uscita di “Ogni cosa al suo posto”, terzo album della band, sotto etichetta Maninalto!/Venus e prodotto da La Fattoria Maldestra e Phonarchia.