Descrizione

Il Ragazzo Del Novantanove nasce dalla mente di Giuseppe Musto, classe 1990. Muove i suoi primi passi come batterista turnista in diverse band tra Milano e Varese. Nel 2012 inizia a sviluppare l'idea di un progetto solista, scrivendo e arrangiando i suoi primi brani autoprodotti che confluiscono nell'EP "Find some place to be quiet". Negli anni successivi il progetto si amplia, vedendo l'ingresso di musicisti in grado di supportarlo nei live: Roberta Musto alla chitarra, Simone Ferrazzi al basso, Daniele Pezzoni al violino, Anna Roggiani al piano e voce, sostituita in seguito da Fabiana Truzzu.

Nella primavera del 2018 entrano in studio per dare vita al loro primo EP, intitolato "Quello che ci siamo detti", il risultato di anni di sperimentazione e ricerca sonora: un mix di indie rock, con influenze shoegaze, elettroniche e dream pop.

L'EP vuole essere un primo passo in un progetto che si prefigge l'obiettivo di dare grande importanza alle parole e ai contenuti di un brano oltre che alla musica. Perché le parole sono in grado di cambiare il mondo.

"Ho cercato di affrontare in questo disco temi a me cari, come l'accoglienza dei migranti (cristo è blu) la depressione (quello che ci siamo detti), la necessità di evasione (noia), la frustrazione derivante da un mondo sempre più apatico (rabbia). Non ce la faccio proprio a scrivere canzoni "sole, cuore, amore"

Credits

Registrato e mixato presso Il Faro Recording Studio e prodotto da Lucantonio Fusaro e Claudio Piperissa.
Masterizzato da Andrea “Berni” De Bernardi.
Testi e musiche di Giuseppe Musto e Roberta Musto.
Voci di Giuseppe Musto e Anna Roggiani.
Chitarre di Roberta Musto.
Basso di Simone Ferrazzi.
Piano e synth di Anna Roggiani e Giuseppe Musto.
Batterie di Giuseppe Musto.

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia