I PLEBEI - Testo Lyrics La Lusinga di Lucifuge Rofocal

Testo della canzone

LA LUSINGA DI LUCIFUGE ROFOCAL
Fischiavo passeggiando nel sobborgo la sera,
tra facce losche e gente ammassata nei bar,
potevo intravvedere attorno quello che c’era,
compreso un satanasso dalla nebbia spuntar.
Travolto da paura mista a desolazione,
temendomi assalito dal figuro in lamè,
ho preso in mano subito la situazione
studiando l’individuo per capire, chi è?
“Sono Lucifuge Rofocal,
facciamoci una birra dentro al bar,
così ti spiego che cosa faccio qui.
Non serve che rispondi, tanto mi dirai di si!”
“Senti, ascoltami, colma la tua curiosità!
Cedi alle mie lusinghe e avrai fama e popolarità!
Sentimi, ascoltami, pungiti il dito e firma qua
e seguimi, seguimi, segui. Mi segui? Mi segui?
Ricchezze a non finire, donne propense ad acconsentire avrai!
Rinnega i sacramenti, sputa sull’ostia sotto i denti,
cammina sull’orlo dell’abisso, capovolgi il crocefisso dai!”
Fischiavo passeggiando nel sobborgo la sera,
tra facce losche e gente ammassata nei bar,
potevo intravvedere attorno quello che c’era,
compreso filigrana dalla nebbia spuntar.
Travolto da paura mista a desolazione,
temendomi assalire dal figuro in gilet,
ho preso in mano subito la situazione
studiando l’individuo per capire. Chi è?
“Siamo i tuoi amici, cosa fai?
Ti sei cacciato ancora in mezzo ai guai?
E adesso, spiega, che diavolo fai qui?
Non vedi che ore sono? Spunta il sole, ormai è di!”

Album che contiene La Lusinga di Lucifuge Rofocal

album Eterna è la tensione di clavicole, ingranaggi e leve - I PLEBEIEterna è la tensione di clavicole, ingranaggi e leve
2014 - Folk, Cantautore, Alternativo
Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati