Jackf è un progetto che nasce nel 2000 quando Carlo Bosco, fino a quel momento autore di musiche per teatro, cinema e altre collaborazioni musicali, sperimenta nuove sonorità durante la lavorazione di Radio Alcatraz, spettacolo teatrale liberamente tratto dalla trasmissione radiofonica “Alcatraz – Jack Folla, un dj nel braccio della morte”. Da quel momento nasce l’idea di una nuova identità musicale, ambient ed elettronica, tanto che la scrittura per i progetti futuri oscilla tra lo stile di Carlo Bosco e quello di Jackf, suo alter ego. Dopo dodici anni, tra la fine del 2011 e il dicembre del 2012, Carlo Bosco e Jackf hanno scritto e messo insieme parecchio materiale, così l’autore decide di presentare al pubblico il suo stile alternativo col primo disco di Jackf. Il progetto viene proposto a Marco Baracchino, amico e collaboratore, che insieme a Giovanni Nuti decide di pubblicarlo con la loro etichetta indipendente Vinile-Myrope.
“Twice Zero One Hundred Zero” è il diario di un anno di vita, raggiungimento di un traguardo musicale e personale che stava nell’ombra da molto più tempo. Disco non solo autobiografico, ma anche omaggio a grandi musicisti del passato e del presente.