Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Gogol Mogol è un viaggio che rimbalza tra le periferie d'Europa fino agli spazi siderali della psyché. Un meltin' pot di suoni (il garage rock di Candies, il funk urbano di Chance Dice, il dub acido di Chloè, lo spontaneo omaggio a Bowie di Rainbow Flesh) e linguaggi (la scrittura dei brani utilizza principalmente inglese, francese e tedesco) che apre al mondo per riportare tutto a casa. Non mancano gli inni a una certa disincantata spensieratezza (See you down there, Eberswalder Straβe, Breaking the Glass) così come ai languidi sussulti dei sentimenti (Le grand V, Chloè).
Tutte le influenze che i Jumpin' Quails mescolano in questo lavoro vengono dal mondo esterno: tutta la musica
ascoltata (e quella prodotta, essendo oggi una sorta di supergruppo con membri che militano anche in Indianizer, Foxhound e Maniaxxx), quelle dei tanti concerti in Italia e all’estero e quella acquisita di tutte le persone incontrate durante questi ultimi anni.

Gogol Mogol è un caleidoscopio di frammenti sonori che saltellano in orbita intorno al loro (nostro) mondo e ci sono restituiti sotto forma di racconto corale e compatto, che inizia con una corsa su strada e finisce in alto, in un sogno.

TRACKLIST:
1 See You Down There (in a While)
2 Chloé
3 Chance Dice
4 Eberswalder Straβe
5 Blitzfrieden
6 Rainbow Flesh
7 Candies
8 Breakin’ the Glass
9 Le Grand V

Credits

GOGOL MOGOL Credits:

I Jumpin' Quails sono:
Diego Lacaille - drums, backing vocals
Matteo Givone - guitar
Salvatore Marano - guitar and backing vocals
Riccardo Salvini - guitar, synth, percussions and backing vocals
Jacopo Trivero - bass and vocals

Recorded at No.Mad Studio by Ezra
Mixed at No.Mad Studio by Ezra
Mastered at Zero dB Mastering by Andrea Prato
All songs written by Jumpin’ Quails

Art Direction e concept: www.dariobovero.it
Album Cover Picture: Silvia Mangosio

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati