< PRECEDENTE <
album Nebbia e Piombo Kabirya

Kabirya Nebbia e Piombo

compra

Orzorock Music 2020 - Rock, Indie, Alternativo

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Il pezzo parla della città di Milano, sia con uno sguardo agli Anni di Piombo, contesto storico in cui sono ambientate le vicende del romanzo, sia da un punto di vista rivolto alla metropoli odierna. La nebbia è da sempre un simbolo della città, la avvolge per i mesi invernali e primaverili in una foschia costante, spezzata a tratti da un debole sole. È una Milano quasi catartica quella descritta da Scerbanenco, non troppo dissimile da quella di oggi, diventata una metropoli internazionale, che resta però un luogo ambiguo e freddo sotto vari aspetti. Il piombo rappresenta invece una duplice faccia del capoluogo lombardo: dagli anni 60 e 70, dove la criminalità e le bombe sconvolgevano la vita cittadina, al momento attuale, dove il traffico, i ritmi frenetici del lavoro e l'inquinamento rendono la metropoli una città sicuramente ricca di attività, ma difficile e talvolta pesante da affrontare e vivere ogni giorno.
Nebbia e Piombo confronta queste due versioni di Milano, un centro che muta
continuamente, si sviluppa, sopravvive agli anni che passano e a ciò che succede tra le sue strade. I suoi cittadini il più delle volte sono distaccati, pensano quasi esclusivamente al lavoro intenso che occupa gran parte del loro tempo e li rende quasi schiavi per l'intera
settimana, o semplicemente si curano solo degli affari propri, evitando contatti con gli altri; questo accade anche nel romanzo, dove l'autore racconta di una ragazza che si suicida, lasciandosi annegare nella vasca del proprio appartamento, e che nonostante dopo qualche giorno l'acqua abbia allagato la stanza e sia addirittura uscita fuori dalla porta di casa, i vicini non si degnano di avvisare nessuno e lasciano il tutto inviolato, quasi “rispettando” con indifferenza il volere della donna di ammazzarsi come meglio credeva, senza arrecarle alcun disturbo.

Credits

Testi | Gabriele Gnecchi, Francesco Tosi, Gabriele Finotti
Musica | Kabirya, Gabriele Finotti

Produzione | Kabirya, Orzorock Music
Registrazione e Mixing | Riccardo Demarosi
presso Giardini Sonori - Piacenza
Mastering | Alessandro Vanara
Progetto grafico | Rebecca Sottosanti

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Pannello

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani