FINGO

FINGO

Kaput Blue

2019 - Pop, Afro-beat

Descrizione

Ora ho capito che essere imperfetti è molto più bello e curioso che essere impostati, magri ed intonati.
E' un inno dedicato a chi non vuole più raccontare false scuse per non ballare in disco e far ridere gli amici, a chi ammette di non aver un soldo in tasca, a chi nasconde il suo passato, la sua famiglia poco aperta, la sua sessualità; a chiunque abbia voglia di essere, finalmente, un vero "imperfetto". Questa è la motivazione per cui sotto un testo a tratti troppo serio, c'è una produzione divertente Pop ed influenze dancehall.
"Fingo" è nata come una semplice necessità. Quella di fissare una ovvia debolezza che siamo abituati ad alimentare ossia la voglia di fingere per nascondere qualche aspetto di noi che crediamo debole. Mi son messo i bastoni fra le ruote, mi piace sabotarmi e prendermi per il culo ma non mi piace più prendere per il culo gli altri.
Molte volte mi sono dimostrato sicuro e strafottente su tante cose di cui alcune erano finzione. Avevo bisogno della lingua italiana per far arrivare questo concetto agli italiani, cresciuti con pasta al sugo, apparenza e convenzioni sociali ben chiare.
"Fingo" apre un nuovo capitolo di Kaput Blue fatto di schiettezza e lingua italiana.

Credits

Antonio Caputo / Simone De Venuto / Martino Tempesta / Angapp Music

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia