Leggi la recensione Video in questo album (4)

Descrizione a cura della band

Il progetto Kayleth nasce nell'inverno 2005, nell'est veronese, con l'intento di creare una band stoner ispirata inizialmente a gruppi classici quali Kyuss, orange Goblin e 7zuma7. Un percorso in continua evoluzione sonora che non ha fatto mancare demo e CD autoprodotti: Not Yet (2006), In The Womb Of Time (2008), Rusty Gold (2010) e The Survivor (2012). I Live dei Kayleth catturano con i loro suoni rudi e con i loro momenti di doom e psichedelia portandoli ad affiancare gruppi come Ojm e Deville e partecipando a vari festival dove hanno condiviso il palco con Bud Spencer Blues Explosion, Verdena, Naam, Spiral Arms e Scorpion Child. All'inizio del 2012 con grande soddisfazione riescono ad entrare nella famigerata compilation "Desert Sound" (Vol.IV) con il brano "The Survivor", compilation Stoner Rock scaricabile gratuitamente da "perkele.it"che gode da anni consensi in tutto il desertico mondo dello stoner. Nel 2013 con l'arrivo di un nuovo elemento e del suo synth si apre una nuova porta che da modo ai Kayleth di esplorare e sperimentare nuove possibilità avvicinandoli allo space/psych rock e dando il via a nuovi pezzi e ad un nuovo CD "Space Muffin" uscito il 2 Febbraio 2015 (Argonauta Records). Il brano "Mountains" va ad inserirsi nella Desert Sound Vol.5. I Kayleth sono: Massimo Dalla Valle (chitarra), Daniele Pedrollo (batteria), Michele Montanari (synth), Alessandro Zanetti (basso) e Enrico Gastaldo (voce).

Credits

Argonauta Records.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati