Là-Bas (LaBas) - Ascolta e Testo Lyrics Quasi il tuo canto

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

buio i capelli a volte sciolti
la nostalgia del tutto il terrore di qualcosa
buio la fronte il mio saluto
sfregavi fra le mani a dicembre le castagne
l’odore della crema per la notte
traspira ancora forte nella borsa della zia della casa popolare

collirio lo compravo ad ogni gita
guidavi a piedi nudi con la frangia sulla fronte
il sindaco faceva la sua giunta
in piazza manno poi ci facevano l’aggiunta
se penso alla mia testa sto da sola
e scusa mangio un attimo solo per poi digiunare

ma il riso era quasi il tuo canto
s'intonava con il freddo e con il caldo
risolveva i miei mesi di silenzio

poi fu un giorno in cui l’agenda davvero
non ci stava più dentro
per gli inverni irrigiditi
per le insonnie così facili

urlavi forte e insultavi i tuoi parenti
la colazione al bar chi se ne frega
e poi svenivi nella doccia
la graduatoria poi chi se ne fotte

ma il riso era quasi il tuo canto
s'intonava con il freddo e con il caldo
risolveva i miei mesi di silenzio
e bastava per chiarire
che la corsa sulla spiaggia
è finita dentro il mare

i vicini ci ricordano la sera
molto strani

Album che contiene Quasi il tuo canto

album LÀ-BAS - Là-Bas (LaBas)LÀ-BAS
2013 - Cantautore, Rock, Indie Audioglobe, Lavorare Stanca
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati