laMalareputazione - Ascolta e Testo Lyrics Juliene

Brano

00:00
 
00:00

Descrizione Juliene

Testo e musica di Federico Gaeta

Credits Juliene

Federico Gaeta: voce, chitarra acustica, cori
Stefano Cozza: chitarra elettrica
Alessandro Cendamo : pianoforte elettrico
Roberto Billi: chitarra elettrica
Alessandro Monzi : violino
Manuel Francisci : contrabbasso
Daniele Iacono : batteria

Testo della canzone

l’uomo del bancone guardava verso l’uscita
e intanto commentava i vestiti di Juliene
con la faccia soddisfatta di pulire quei bicchieri
che chi sa chi altro in bocca un’altra volta porterà

e Juliene sta dritta ferma sulla porta
a guardare quel muro che qualcuno ha messo là
e guarda la finestra guarda quel bancone
e guarda la sua vita che ogni giorno se ne va
che ogni giorno se ne va

ma tanto lei lo sa che proprio in quei momenti
che l’anima un po' perde e un po’ se ne va
ma tanto lei lo sa che proprio in quegli istanti
che forse si dà un senso alla nostra età
alla nostra età

l’uomo del bancone guardava verso l’uscita
e intanto raccontava dei quadri di Mirò
quando ecco che si alza Juliene dalla sua sedia
con aria molto fine ordina il suo tè
odina il suo tè

e dice cose belle e forse troppo belle
per essere ascoltate da quell’uomo là
e dice cose belle da far cantare il cuore
da dare forse un senso alla nostra età
alla nostra età

lo vedi Juliene ci son delle domande
a cui forse nessuno mai risponderà
non è che voglia dire devi perder la speranza
ma devi solo credere che un bel giorno cambierà

anche se sai che non cambierà

Album che contiene Juliene

album L'arena instabile - laMalareputazioneL'arena instabile
2007 - Cantautore, Rock, Indie Altipiani
Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati