Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

Loro fanno il rock, a tratti il rock più nudo e crudo, a tratti hard, a tratti psichedelico. Cambi di ritmo, effetti elettronici, riff punk, sound talvolta dal sapore progressivo, talvolta acido. Un connubio di caratteristiche che crea un sound complesso, armonico e distorto al tempo stesso (da questa disarmonia il nome della band). “Orizzonti di Cartone”, l'opera prima della rock band Ladiscordia rilasciata a novembre 2012, è uno di quei primi album che ti piacciono da subito e ti restano nel cuore per tutta la vita. Premi “play”, chiudi gli occhi, sfumacchi e godi e ti lasci trasportare e ti emozioni. Originale, innovativo, un prodotto musicale di grande qualità e comunque molto ben fruibile, anzi, diventa una droga. Dal vivo sono anche meglio, i Ladiscordia hanno già divorato tutti i palchi di Roma e dintorni, raccogliendo sempre più fan e consensi. I loro concerti non ti lasciano indifferente lì al bancone del bar, anzi nemmeno esci a fumare. Le parole sono lame affilate ma possono anche essere la coperta che ti restituisce calore o il doppio “scotch” che ti consola. I testi dei Ladiscordia sono di rara bellezza e maturità, specie per una giovane band all'album di esordio, ricchi di metafore e sillogismi acuti, profondi e spontanei. La voce è graffiante e potente, sangue, miele e adrenalina, il batterista è inarrestabile ed impeccabile (“una pressa”), le chitarre ti accompagnano durante tutto il flusso armonico con riff ed assoli dall'acido al punk all'hard rock, il basso è inquieto ed implacabile ma a tratti rassicurante. L'elettronica che accompagna alcuni loro brani, dà quel tocco di psichedelìa che rende tutto ancora più caldo, trascinante, onirico. I Ladiscordia sono una gran bella sorpresa, una delle band più complete, mature, originali, genuine e qualitativamente valide di tutto il panorama della musica emergente attuale.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati