Leggi la recensione

Descrizione

La Vague giunge alla pubblicazione del suo primo disco dopo due anni di ricerca sia musicale sia d’immagine. Da tale ricerca nasce il suo stile peculiare e raffinato che si dipana nel disco attraverso una ricchezza di atmosfere, sonorità e linguaggi. Il lavoro si sviluppa in due parti: la prima, dalle composizioni ricercate ed espressive, mette in gioco principalmente basso elettrico, voce e percussioni; la seconda parte, in quintetto, aggiunge chitarra e sax al sound de La Vague approdando a brani spesso ironici e ricchi di groove. Il disco apre con “Sierge”, un blues suadente dedicato al momento di passaggio dal quotidiano alla propria “sala sogni”… Segue, sulle note di uno scatenato kazoo, uno swing giocoso tributo al film “I soliti ignoti”. “Parlo da sola” è un walzer la cui melodia articolata ma orecchiabile accende visioni intense che sfiorano il grottesco attraverso le acrobazie vocali, i virtuosismi della chordette e le forti evocazioni del testo. Seguono tre brani in franc…

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati