Descrizione a cura della band

“Ever pride, ever power, ever peace” è una sveglia. Ogni singolo brano si materializza in
uno schiaffo motivazionale in grado di smuoverci da uno stato sociale pieno di lacune ed
incoerenze. Si parte proprio da questo concetto con “Fragile”, per sottolineare e rincarare
la dose successivamente con “Troubled kids” e la schietta “Falter Falter”. Il sound
aggressivo non distoglie la mente dai pensieri. “Adaptive memory” e “Cage” ne sono la
conferma. Il passato è memoria, così come lascia intravedere “We were the future”, base
per nuove ambizioni, distanti da tutto, sicuramente più concrete e dinamiche.
Conclusione? No, un vero e proprio punto esclamativo: “Ever glory”.

Credits

LA BIBLIOTECA DESERTA:
Frediano Muolo: chitarra
Francesco Palmitessa: batteria, campionamenti, drum machine
Adriano Petrosillo: basso, sintetizzatori
Fabrizio Corbacio: chitarra sintetizzatori

Recorded and mixed by Adriano Petrosillo
Mastered by Alberto Cutolo at Massive Arts Studio, Milano

Commenti (1)

  • Simone Macheda 20/09/2012 ore 19:40 @alamon

    passaggi civil civic. Lo ascolto un po' di volte va.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati