Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

"Il telaio è grezzo, ruvido, sa di rustico e le capre, animali furbetti e abili dalla sensibilità giocosa e fantasiosa, tessono stoffe e strofe dai colori densi e intensi, spesso meno leggere di quanto possono apparire. Tutto ha un peso dalle capre, il giusto peso senza mai essere pesante. C'è sempre quel lieve sorriso, anche quando il tempo minaccia, perchè qualunque cosa accada, quello che fa da fondo è vita, quella vera che si sente nella carne, dentro, nelle budella, nel cuore.

Non c'è mai troppo caldo e non fa mai freddo dalle capre. Si sta bene. Le capre creano un immaginario nel quale viene voglia di lasciarsi andare, scivolare, sguazzare, rotolarsi, stravaccarsi. In certi frangenti c'è persino qualcosa di sessoso, di quel sesso non edulcorato, quello giocoso, quello con ancora i peli e gli odori, le mani callose...

Si dice "A mali estremi..." Sarà perchè la noia di certa provincia può veramente essere mortale... Sta di fatto che questo lavoro è l'antidoto perfetto.
"Il Fauno" è "La maison du facteur Cheval" delle Capre. Mentre nel mondo degli errori, orrori, della merda liscia e delle fedi egoiste c'è chi spera che un altro mondo sia possibile (senza se e senza ma, però)... le capre hanno creato il loro, tutto loro, irreale, surreale, reale e se per caso vi fa male il cuore o il culo o entrambi, sono il migliore
rimedio contro i lividi, vi basta spingere la porta... Sanno come rimanere umani... non per niente sono CAPRE!"

Jean-Luc Stote (Radio Onda d'Urto)

Credits

Produzione Artistica di Stefano Gipponi
Produzione Tecnica di Francesco Invernici (Omicron Studio - Capriolo BS)
Suonato da Stefano Gipponi, Matteo Lodetti, Giuseppe Falco ed Enrico Brugali
Masterizzato da Maurizio Giannotti (New Mastering - Milano)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati