Leggi la recensione

Descrizione

“Niente di più semplice” - Il nuovo album dei LENULA

Un chiaro impianto rock addolcito da un romanticismo tutto blues
11 tracce da ascoltare tutte d’un fiato

Sarà pubblicato il 15 marzo “Niente di più semplice” (Beta Produzioni), nuovo capitolo discografico dei Lenula che segue il felice esordio nel 2012 di “Profumi d’epoca”.
“Niente di più semplice” si presenta come un album dal sound diretto, di chiaro impatto rock, i cui testi vengono sporcati dall’attitudine blues tanto cara alla band, ma che risultano al tempo stesso scanzonati, romantici e potenti. Una miscela di suoni e parole che getta l'occhio sul mondo in maniera nuda immergendo l'ascoltatore in
un album di undici tracce da ascoltare tutte d'un fiato dove ognuna di esse respira di vita propria.
Lungo la trcklist i Lenula danno sostanza a tutta la loro creatività, spaziando tra le varie anime che compongono il trio: troviamo richiami black nelle potenti e sensuali “Pulsazioniblues” e “Come una stella che brucia”, l’irrequietezza di “Anime” oppure la durezza del rock nell’iniziale “Senza stanze per nascondersi” e nella centrale titletrack, scalpitando nella ribelle “Mostri” oppure immergendosi nei racconti allucinanti de “Nella perdita” e nell’onirica “L’uomo che era”.
La chiusura viene affidata a brani che portano l’ascolto su melodie invece più rilassate, libere da ogni contrasto e da qualsiasi contrapposizione, dalla decadente “Il paradiso” e terminare con “Sogni di sempre”, con un charleston pieno di sogni e speranze, «…sogni di magie autentiche, sogni di sesso, sogni di sempre»

Credits

Gabriele Paparella: voce, chitarra, armonica
Ciro Nacci: Rhodes piano bass, basso, philicorda, wurlitzer, rhodes, toypiano, pianoforte
Gabriele Conserva: batteria, percussioni
Testi: Gabriele Paparella
Musica e arrangiamenti: Lenula
Registrato, mixato e masterizzato presso il SudEst Studio di Guagnano (Le) da Matilde Davoli (estate 2015)
Grafica: Marika Nacci
Ufficio Stampa: MArtePress
Prodotto da Lenula & Laboratorio Collettivo

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati